Vai al contenuto





Applelina

Correva l'anno 2007...

Recommended Posts

Ebbene sono passati 10 anni: era l'anno in cui mi innamoravo della eletta morsicata, l'anno del mio primo MacBook, l'anno in cui mi iscrivevo a questo forum, l'anno in cui aspettavo con trepidante attesa quel rivoluzionario telefono delle meraviglie, un telefono senza tasti, un telefono che sembrava arrivare dal futuro.

E anno dopo anno, iPhone dopo iPhone, Mac dopo Mac, siamo ancora qui, fieri utenti Apple che mai tornerebbero indietro :gira:

E per voi cosa ha rappresentato l'esperienza Apple?

 

 

IMG_3106.JPG

  • Love 3

Apimac Chief Financial Officer

_______________________________________________________________________________

Il tentativo di descrivere l'amore si può realizzare solo mentre si ama -Maghetto-

16 maggio 2012, Maghetto & Applelina Sposi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Se non mi sbaglio quell'anno era l'anno in cui mi sono innamorato della donna della mia vita... :letteradamore:  ahem, comunque si, dicevamo l'iPhone: che spettacolo, che emozioni, che eccitazione vederlo per la prima volta...

Per me l'esperienza Apple significa tutto quello che funziona nel modo che desidero nel mondo in cui vivo... non appena provo a percorrere altre strade, so già che dovrò prepararmi a perdere tempo con problemi, incomprensioni e comportamenti inaspettati... :tv_show:

  • Love 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La mia esperienza Apple nasce negli anni '90: mio papà architetto, con l'avvento dei computer nel suo settore doveva decidere se continuare ad usare il tecnigrafo, o se dotarsi del nuovo strumento; oggi sembra una domanda insensata, ma all'epoca un senso lo aveva.

Optò per un Macintosh LC, con MacOS 6, 40 di disco rigido e lettore floppy (la ram non la ricordo).

Poi, passò ad un Performa, poi ad un iMac G3 ed ora sta usando un iMac Intel.

Nel frattempo vari portatili sono passati di caso, dal primo PowerBook 5300, poi l'iBook (plasticone bianco), un paio di MacBook (anche loro plasticoni bianchi, ancora operativi), ed il mio attuale PowerBook Pro.

E nel tempo si sono aggiunti anche il primissimo iPhone (me lo regalai per i miei 30 anni, contrabbandato dagli USA), poi tre anni dopo l'iPhone 4 (comprato da un amico all'Apple Store di Houston, sono così feticista che ho accarezzato l'idea di incorniciare lo scontrino) e l'attuale iPhone SE (col 4 passato alla moglie).

Il primo approccio con la Mela è stato, quindi il primo approccio con un computer. All'università ho scoperto Windows 3.11 nel laboratorio di informatica, uscendone shockato: era delirante, per me abituato all'interfaccia della Mela. Vennero anche i problemi: condividere un banale file di Word al di fuori del mio LC era un calvario: Word per Mac non leggeva i file creati da Word su Windows e viceversa, occorreva passare da un formato diverso come .rtf, e poi il floppy! doveva avere una formattazione particolare, perché fosse leggibile da entrambi i sistemi... Cose che fanno sorridere oggi al tempo di DropBox e compagnia bella.

Il primo approccio con l'iPhone è stato: non lo cambierò mai; costa, ma cerco di farmelo durare tanto. Allora fu la sensazione di avere qualcosa di magico fra le mani, oggi è godere dell'integrazione di contatti, calendario e tanto altro col computer; è l'estrema facilità d'uso, che in Android non riesco proprio a trovare.

Ricordo un episodio simpatico: settembre 2005, ero agli inizi di uno stage in un'azienda meccanica, nell'ufficio ricerca e sviluppo (dove sono tutt'ora): dopo pochi giorni dico al mio capo che il giorno dopo mi sarei portato il mio iBook per fare un lavoro che su Windows non sapevo come fare. Dopo poche ore mi arriva un iMac G3 sulla scrivania: era un avanzo dell'ufficio comunicazione e immagine: l'ho rimesso in funzione e da quel momento ho avuto un Mac in ufficio accanto al pc Windows (seguirono un PowerMac G3 ed un PowerMac G5); la cosa buffa fu vedere i colleghi progettisti ad osservare questo strano oggetto che era l'iMac G3 blu trasparente. Mi chiedevano se era nuovo (il design sostanzialmente era lo stesso di quello originale del 2001), da tanto era fuori dai normali canoni.

  • Love 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anche io sono  entrato nel mondo mac nel 2007... prima con un macbook white...poi un imac 24...macbook pro...iphone e ipad...ora ho solo un mac mini.

  • Love 1

 La supposizione è la madre di tutte le cazzate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
27 minutes ago, desko said:

 

E nel tempo si sono aggiunti anche il primissimo iPhone (me lo regalai per i miei 30 anni, contrabbandato dagli USA)

 

anche il mio è arrivato dagli USA, cosa ancora più straordinaria perché già era un telefono innovativo, e averlo in anteprima in Italia era davvero cool! :ok:

 

 

(Vero Maghetto? :love:)

 

  • Love 1

Apimac Chief Financial Officer

_______________________________________________________________________________

Il tentativo di descrivere l'amore si può realizzare solo mentre si ama -Maghetto-

16 maggio 2012, Maghetto & Applelina Sposi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cresciuta a pane  e Windows  con tanti  virus e  incubi, da quando ho dato il primo morso alla mela , son passati anni, e anni e anni,  dal punto di vista materiale ho cambiato iPhone ( dal primo che ancora conservo come reliquia   fino all’ultimo modello  che utilizzo in questo momento  con piacere ) , dall’Ibook al Mac pro  , e poi tanti iPod e cuffiette  e caricatori che si rompono sempre,  iPad , e anche  iWatch da pochi mesi . Dal lato  personale  poi mi ha  fatto  conoscere molte persone , soprattutto in questo forum , che sono stati importanti e  alcuni ,lo sono tuttora, ma quello è un valore aggiunto e personale appunto.

Insomma ho continuato a morderla questa mela , in ogni modo, perchè mi ha sempre stimolato , divertito e soprattutto  accompagnato nella vita e nel mio modo di viverla. 

Come è stato già detto, facilità nell’uso, estetica accattivante , stabilità e potenzialità   non voglio fare certo  uno spot pubblicitario,   e continuo a credere che l’uomo sia la macchina più perfetta / imperfetta che esista , ma ci sono mezzi che sicuramente estendono le  potenzialità umane  ,   per lavorare ,  creare , relazionarsi  o semplicemente divertirsi  ed Apple al momento mi risponde egregiamente  in tutti questi aspetti …se dovessi definire cosa rappresenta per me, al di là di quanto ho elencato,  direi un  lungo  e continuo antipasto che solletica il gusto  , non mi sazia ( riprendendo una famosa citazione) anzi  mi lascia piacevolmente “affamata” , pazza,  e curiosa nello scoprire fin dove si può andare avanti.

  • Love 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo