Vai al contenuto





  • Contenuti simili

    • Da ego_sintonica
      Buongiorno a tutti, ho comprato un kit 2x 4GB di ram modello "CM3X8GSDKIT1066" della Corsair pensando andassi bene per la mia vecchia imac late 2009.
      Il problema è che non riesco a farle riconoscere, ho cambiato lo spot diverse volte usando anche le altre memorie ram, le altre riesce a leggerle senza problemi. Qualcuno saprebbe dirmi se ho sbagliato modello? in teoria dovrebbe funzionare secondo le specifiche tecniche.

    • Da ueuina
      Ciao a tutti.
      Ho un imac 21.5' del 2010 . Ieri ho provato ad accenderlo:
      mi appare la schermata di start con la mela, mi esce una barra di caricamento, e dopo qualche secondo mi si spegne.
      Sono riuscita ad entrare in modalità recovery, alcune volte l'HD non è cliccabile (grigio), altre volte si.
      Alcune volte 'ripara disco' va a buon fine, altre volte mi da errore e si blocca l'analisi.
      Ho provato a collegarlo con cavo fireware ad un altro mac per scaricare il contenuto (vorrei recuperare almeno le foto e non ho time machine!),
      ma mi appare, anche sull'altro mac la stessa schermata con la barra di caricamento.
      Anche a voler riscaricare il sis operativo, mi è impossibile, non parte.
      Nei momenti in cui l'HD è attivo sono riuscita solo a copiare una cartellina piccola sull'HD esterno da 1T, ma appena copio files più grandi s'impalla e ci mette anni..
      Cosa posso fare?
      Aiutatemi!
    • Da GiM
      Il mondo della tecnologia ha le sue certezze, soprattutto per chi vive connesso a Internet in continuazione e svolge la maggior parte delle sue azioni quotidiane attraverso una serie di dispositivi elettronici oppure utilizza vari device o servizi come quelli offerti da Amazon, il grande colosso dell'e-commerce mondiale. In questo contesto tecnologico così ampio, l'emisfero Apple e quello Google si dividono il mondo degli utenti principali degli smartphone, degli strumenti ormai essenziali nella nostra quotidianità.
       
      Sebbene i fan di Apple siano tantissimi nel mondo, con il 78% di loro che secondo le ultime stime non potrebbe utilizzare nessun altro dispositivo simile, nel contesto globale i fan della multinazionale statunitense non sono gli unici che spiccano per essere tra i più fedeli in assoluto. Questo perché il mercato crea sempre alternative e concorrenza, partendo da una semplice questione di prezzi a una preferenza generica per un determinato sistema operativo. In un'epoca nella quale i dispositivi mobili sono praticamente dei computer tascabili, che quindi ci permettono di realizzare una serie di operazioni, con quelle bancarie ed economiche come più utilizzate nel quotidiano, occorre analizzare le differenze tra i due mondi diversi dello stesso universo digitale.
       
       

       
       
      La fedeltà verso iOS o Android
       
      Grazie all'iPhone la Apple ha certamente rotto gli indugi sull'utilizzo di un telefono simile a un computer a tutti gli effetti, con il risultato immediato di 4 milioni di unità vendute nei soli primi 20 giorni di vendita, e da quel momento nacque automaticamente una disputa per il dominio del mondo degli smartphone, un oggetto oggi diventato praticamente indispensabile nella vita di tantissime persone. L'attuale dicotomia iOS-Android è imperante per quanto riguarda gli smartphone, creando una sorta di bipartitismo aziendale nel quale si deve scegliere quasi obbligatoriamente tra i due mondi.
       
      In questa lotta, i fedelissimi di uno dei due principali sistemi operativi sono paragonabili ai tifosi di una squadra di calcio. Chi mai infatti sognerebbe di tradire la propria squadra del cuore? Se c'è chi si tatua i colori della squadra preferita sul braccio, e chi non punta contro la propria squadra anche quando le quote delle scommesse sportive sono estremamente vantaggiose, non c'è da meravigliarsi che alcuni clienti riservino lo stesso trattamento alla marca di telefonino o qualsivoglia dispositivo mobile. Anche solo per un fatto di principio, chi si è abituato a utilizzare un iPhone non passerebbe mai a un Huawei, o viceversa, anché perché l'uomo, si sa, è una creatura abitudinaria.
       
       

       
       
      Una sfida continua sul mercato
       
      In un momento storico nel quale il confine tra il "cool" e il mainstream è molto sottile, la tecnologia Apple è diventata un simbolo a sé stante, oltre che uno strumento. Per molti utenti il fatto di poter sfoggiare la mela morsa su un dispositivo va oltre la funzionalità stessa del Mac o dell'iPhone a disposizione. L'arrivo del nuovissimo iPhone XI sta già iniziando a creare aspettative enormi nella popolazione degli adepti Apple, che periodicamente attendono l'arrivo di prodotti nuovi come se fossero indumenti.
       
      Già, perché adesso i prodotti della Apple vanno al di là dell'utilità totale degli stessi ma rivestono anche la funzione di adorno. La faciltà di utilizzo e le eccellenti prestazioni, a cambio ovviamente di un prodotto importante e molto efficiente, sono un'altra delle componenti chiave del successo degli strumenti Apple, che vivono anche di una sorta di aura di esclusività dopo che si è deciso il ritiro da molti punti di grande distribuzione. Gli Apple stores sparsi nel mondo sono sicuramente il riflesso della potenza di quest'azienda, che prepara i suoi punti vendita come fossero gioiellerie, fornendo a potenziali clienti servizi gratuiti con connessioni ad Internet attraverso i quali si dimostra comprensiva e altruista.
       
       
      La staffetta tra Samsung e Huawei
       
      Tuttavia, va ricordato che gli sforzi di Google e dei vari produttori di telefoni che usano il sistema operativo Android ha sicuramente colmato, almeno in parte, il gap tra i prodotti Apple e quelli del suo rivale storico. La pluralità di produttori di smartphone che possono utilizzare Android è sicuramente un vantaggio per il sistema operativo di Google, che riesce a rivalizzare con Apple grazie alla velocità delle sue prestazioni, che ricordano quelle di Linux, una delle principali alternative ai pc di Microsoft e agli stessi Mac. Un caso di rivalità tra produttori di smartphone che si appoggiano su Android è sicuramente quello di Samsung e Huawei.
       
      La prima, azienda sudcoreana, è stata la principale rivale di Apple all'inizio della 'guerra' dei dispositivi mobili, mentre la seconda, di matrice cinese, sta adesso guadagnando terreno nel mercato dei fedelissimi Android dopo aver proposto dei modelli più leggeri, più efficienti e anche dalle ottime prestazioni. Il crollo di Samsung, accusata anche di plagio da Apple, è stato dunque contemporaneo all'ascesa di Huawei, che adesso sta registrando vendite superiori anche ad Apple e si appresta ad esserne la concorrente ufficiale, nonostante le possibili restrizioni paventate dal governo degli Stati Uniti per discrepanze con quello cinese.
       
      In sostanza, ogni fedelissimo di un sistema operativo è solito non abbandonare il partito preso, soprattutto per quanto riguarda gli utenti Apple. Per quel che riguarda, invece, i fedelissimi di Android, al massimo potranno cambiare la marca di telefono che utilizzeranno con il sistema operativo di Google.
       
       
    • Da Artu1124
      Salve a tutti,
      come da titolo, possiedo un imac da 21.5” della metà 2010, che ancora bene o male fa il suo dignitoso lavoro.
      Attualmente monta 2 banchi di ram da 2GB SODIMM DDR3 1333mhz 
       
      adesso mi sono ritrovato tra le mani un portatile rotto, non mac, dove al suo interno ho trovato una rammuzza da 4GB
       
      il problema è che trattasi di una ram a frequenza diversa, ovvero a 1600mhz
       
      È possibile montarla sul mio iMac? 
       
      Se sì, c’é una preferenza di slot? 
       
      Quali problemi invece può causare montare una ram con una frequenza elevata, di dimensioni diverse?
       
      grazie a tutti
  • Ora Popolare

  • Annunci casuali

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo