Vai al contenuto

Benvenuto nella community di Italiamac Forum

Guest Image

Benvenuto su Italiamac, la più grande comunità AMUG italiana riconosciuta da Apple. La consultazione è libera. Se vuoi anche partecipare attivamente alle discussioni pubblicando post e messaggi puoi iscriverti gratuitamente, avrai molti vantaggi:

  • Pubblicare post, messaggi e richieste di aiuto
  • Fare amicizia e usare i messaggi privati fra utenti
  • Pubblicare annunci di vendita di usato
  • Usare tutte le funzioni della community

ISCRIVITI GRATIS


Light/Dark






Che film avete visto oggi?


calicabe
 Share

Recommended Posts

se dormi solo 4 ore a notte...mi sa ancora per poco!!!

Ho concluso ottimi affari con:

jamespd, Untitled, brozz87, lelepro, beed_me, Ginolab, Azna, Skaternik, MacLo, giuppit, Pippotag, lonewolf, capacaronte, Gualo, Firelord, StefanoMD, Alecxx, Nellolo, Plenilunioblu, Mikiresty,Danilo666,sesshoumaru, Pelato.

Link al commento
Condividi su altri siti

io mi sto sparando tutta la serie di Jeriko, oggi ho fatto una tirata di tutte le ultime 8 puntate!

Potenza del satellite e delle schede di acquisizione!!! In Italia siamo ancora alla seconda puntata.

Link al commento
Condividi su altri siti

Prima ho visto Apocalypto... niente male! Ho giusto un paio di appunti tecnici da fare alla fotografia, però nel complesso è un film più che godibile. Specie poi la fine... non sanno cosa li attende :angioletto:

«Beelzebub has a devil put aside for me»
iPad 3 16Gb Wi-Fi / MacBook CoreDuo 2GHz , 2Gb RAM / iPod Nano 3g 4Gb / iPod Shuffle 1g 512Mb

Link al commento
Condividi su altri siti

Il vento che accarezza gli alberi è un grande film di impegno civile che squarcia un velo sul drammatico contenzioso che assilla l'Irlanda da circa un secolo.

La sete di libertà e il senso di patria possono comprensibilmente spingere a rinunciare alla propria vita, come descrive questa storia e anche la Storia con la S maiuscola dei vari movimenti europei di liberazione.

L'opera di Ken Loach riporta nei giusti binari il valore di quelli che troppo spesso e troppo semplicisticamente abbiamo chiamato terroristi.

Palma d'oro meritata anche per la credibilità delle vicende dei singoli che si vengono a scontrare con il macrocosmo delle nazioni.

Cillian Murphy sarà una delle star del futuro cinema mondiale.

Link al commento
Condividi su altri siti

Maybe Baby con Hugh Laurie (Dr. House), Joely Richardson, Emma Thompson, Rowan Atkinson.

Una coppia felice... ma nonostante rituali new age afrodisiaci e sesso con luna piena, il figlio desiderato non arriva. È crisi... ma nei modi più esilaranti e inaspettati. Una frizzante commedia romantica con un finale a sorpresa e la travolgente partecipazione di Mr Bean.

:gira:... bello!

• "Non c'è cattivo più cattivo di un buono che diventa cattivo"... non fatemi arrabbiare!

• "Il denaro fa l'uomo ricco, l'educazione lo fa signore"... odio gli sboroni!

• La vita è come un grande sistema operativo...peccato sia Windows!

• Ho letto: "Il gioco dell'angelo"

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho visto al cinema (finalmente è arrivato anche nel mio paese! :D ) "das Leben der Anderen"... stupendo! :D

Ho capito perché ha vinto l'Oscar, mi stavo sciogliendo in :D

Straconsigliato! :ghghgh:

Se non volete rimanere inioranti ordinate subito "Parola di Erl", il nuovo Dizionario della Lingua italiana!.

Lo trovate solo qui!!! D'ACCOOORDOOO?

E se non lo acquistate subito vi verrà scagliata addosso la Maledizione universale del famoso Maestro di Vita Do Impotençao

Link al commento
Condividi su altri siti

Prima ho visto Apocalypto... niente male! Ho giusto un paio di appunti tecnici da fare alla fotografia, però nel complesso è un film più che godibile. Specie poi la fine... non sanno cosa li attende ;)
Perché? Che batuffolata ha combinato quel sadicone di Mel con la fotografia? :(

Io devo ancora vederlo... forse la prossima settimana.

Sono rimasto un po' indietro con le prime visioni.

:DD

"In this place where time stands still it seems like everything is moving"

Link al commento
Condividi su altri siti

Perché? Che batuffolata ha combinato quel sadicone di Mel con la fotografia? :(

Perchè purtroppo si vede lontano un miglio che è girato in digitale: non appena la luce scende sotto un livello critico, hanno dovuto aumentare il tempo di esposizione, col risultato che, a causa di un effetto scia che ho trovato fastidioso, in alcune scene mi ha ricordato la pessima fotografia del telefilm "La squadra" :DD

Però tutto sommato quando la luce è sufficientemente buona il risultato è apprezzabile. Peccato che Dean Semler non sia Vittorio Storaro :)

;)

«Beelzebub has a devil put aside for me»
iPad 3 16Gb Wi-Fi / MacBook CoreDuo 2GHz , 2Gb RAM / iPod Nano 3g 4Gb / iPod Shuffle 1g 512Mb

Link al commento
Condividi su altri siti

Quindi deduco che tu l'abbia visto in lingua originale. :(

No, è già tanto che ci sia un cinema nel mio paese sfigato, e i film arrivano dopo due mesi dall'uscita normale :DD

Però detesto tradurre i titoli :)

Non vedo l'ora che esca il DVD per vedermelo in originale ;)

Se non volete rimanere inioranti ordinate subito "Parola di Erl", il nuovo Dizionario della Lingua italiana!.

Lo trovate solo qui!!! D'ACCOOORDOOO?

E se non lo acquistate subito vi verrà scagliata addosso la Maledizione universale del famoso Maestro di Vita Do Impotençao

Link al commento
Condividi su altri siti

un effetto scia che ho trovato fastidioso, in alcune scene mi ha ricordato la pessima fotografia del telefilm "La squadra" :ghghgh:
Ah, ok, grazie:) Non ho mai visto "La squadra" ma, dalla descrizione che hai fatto, posso immaginare.
Peccato che Dean Semler non sia Vittorio Storaro :oops:

:oops:

Ahhh! Ahh!!! :ooooh: Vittorio Storaro, il mio uomo ideale:love: :gira:
è già tanto che ci sia un cinema nel mio paese sfigato, e i film arrivano dopo due mesi dall'uscita normale :oops:

Informati se proiettano una versione in dialetto locale;) :oops:

"In this place where time stands still it seems like everything is moving"

Link al commento
Condividi su altri siti

appena tornato da "i pirati dei Caraibi 3"... bhè niente male, all'altezza dei precedenti, molto divertente e sempre meno un film Disney per bambini.

Ammetto che ogni tanto faticavo a stare dietro a tutti i complotti che facevano...

Sono rimasto pure fino alla fine per vedere la scena dopo i titoli di coda... :ghghgh:

Il mio Blog ->

Tommy On Web :::: MacBook 2GHz White + Leopard 10.5.5 :::: iPod Nano (RED) 3g ::::

Link al commento
Condividi su altri siti

Zodiac è un buon film di impianto classico con due difetti marchiani, più gravi perché il regista non è un novellino, ma si chiama David Fincher.

Il primo è la lunghezza eccessiva, perché due ore e mezza sono sfiancanti, soprattutto se descrittive e non di azione.

Il secondo è l'errore di raccontare una storia vera passo dopo passo, senza un minimo di adattamento per il cinema.

Purtroppo in questa vicenda il turbamento scema dopo la prima mezz'ora in cui si esaurisce la vena che il regista ci aveva mostrato in Seven, per occupare il restante tempo con un'analisi di dettagli più o meno inutili che non sono accompagnati da alcun fatto concreto e finiscono così per annoiare.

Link al commento
Condividi su altri siti

Le rose del deserto rappresenta lo sguardo di un maestro della commedia all'italiana sui vizi del nostro popolo, nello specifico l'esercito durante la campagna di Libia nella seconda guerra mondiale.

Monicelli non ha perso un briciolo di lucidità e mordente nel descrivere l'italiano medio e conosce molto bene l'argomento di cui tratta, essendo una rappresentazione impietosa e feroce del pressapochismo che ci caratterizzava allora come ora.

Spero vivamente che non sia la sua opera ultima, perché il cinema ha ancora bisogno di artigiani sopraffini come lui.

Haber, Pasotti e Placido sono perfetti nell'impersonare le diverse macchiette italiche, ognuno con una sfumatura appropriata e plausibile.

Link al commento
Condividi su altri siti

Informati se proiettano una versione in dialetto locale;) ;)

Magari lo ridoppio io ;)

;)

Se non volete rimanere inioranti ordinate subito "Parola di Erl", il nuovo Dizionario della Lingua italiana!.

Lo trovate solo qui!!! D'ACCOOORDOOO?

E se non lo acquistate subito vi verrà scagliata addosso la Maledizione universale del famoso Maestro di Vita Do Impotençao

Link al commento
Condividi su altri siti

Zodiac è un buon film di impianto classico con due difetti marchiani, più gravi perché il regista non è un novellino, ma si chiama David Fincher.

Il primo è la lunghezza eccessiva, perché due ore e mezza sono sfiancanti, soprattutto se descrittive e non di azione.

Il secondo è l'errore di raccontare una storia vera passo dopo passo, senza un minimo di adattamento per il cinema.

Purtroppo in questa vicenda il turbamento scema dopo la prima mezz'ora in cui si esaurisce la vena che il regista ci aveva mostrato in Seven, per occupare il restante tempo con un'analisi di dettagli più o meno inutili che non sono accompagnati da alcun fatto concreto e finiscono così per annoiare.

Credo che Zodiac (che, tra parentesi, considero un'ottima prova di regia e non solo, ce ne fossero) non vada paragonato a Se7en, lo stesso Fincher riguardo alla poca affluenza negli USA ha detto:

"Even with the box office being what it is, I still think there's an audience out there for this movie. Everyone has a different idea about marketing, but my philosophy is that if you market a movie to 16-year-old boys and don't deliver Saw or Se7en, they're going to be the most vociferous ones coming out of the screening saying 'This movie sucks.'"

Poi io sinceramente non ci vedo grandi difetti nella lunghezza (molti bei film rasentano le 2 ore e mezza) o nelle descrizioni, per me è molto coinvolgente con le indagini, più alcuni momenti alti o di leggera tensione, il tutto lasciando una sorta di fastidioso dubbio nello spettatore che lascia la sala... insomma, non è Se7en (molto bello), è altro...

Poi ovviamente ognuno ha i suoi gusti: ieri sera a cena uno che conosco diceva quanto Zodiac "fa cagare" (testualmente), ma dubito sappia quantomeno chi è Fincher o che film ha diretto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Poi ovviamente ognuno ha i suoi gusti: ieri sera a cena uno che conosco diceva quanto Zodiac "fa cagare" (testualmente), ma dubito sappia quantomeno chi è Fincher o che film ha diretto.

Non è questo il mio pensiero e mi pare chiaro da ciò che ho scritto.

Semplicemente mi attendevo molto di più, conoscendo il regista.

Link al commento
Condividi su altri siti

Il prescelto mantiene le promesse di essere un'avventura di paradossale mistero, rasentando sempre il credibile, senza esagerare nell'astrazione.

La narrazione è solida, con il protagonista Nicholas Cage che ha per tutto il tempo il fiato sul collo della necessità di scoprire ciò che si nasconde dietro l'apparenza.

Mi fa rammentare parzialmente The Village, senza per questo dare un senso di déjà vu.

Potente l'idea della comunità pagana e attraente la scenografia della processione sacrificale, con quella maschere che fanno il verso alla perversione dell'uso antico del carnevale.

Link al commento
Condividi su altri siti

Le rose del deserto rappresenta lo sguardo di un maestro della commedia all'italiana sui vizi del nostro popolo, nello specifico l'esercito durante la campagna di Libia nella seconda guerra mondiale.

Monicelli non ha perso un briciolo di lucidità e mordente nel descrivere l'italiano medio e conosce molto bene l'argomento di cui tratta, essendo una rappresentazione impietosa e feroce del pressapochismo che ci caratterizzava allora come ora.

Spero vivamente che non sia la sua opera ultima, perché il cinema ha ancora bisogno di artigiani sopraffini come lui.

Haber, Pasotti e Placido sono perfetti nell'impersonare le diverse macchiette italiche, ognuno con una sfumatura appropriata e plausibile.

quoto ogni singola parola.

Zodiac è un buon film di impianto classico con due difetti marchiani, più gravi perché il regista non è un novellino, ma si chiama David Fincher.

Il primo è la lunghezza eccessiva, perché due ore e mezza sono sfiancanti, soprattutto se descrittive e non di azione.

Il secondo è l'errore di raccontare una storia vera passo dopo passo, senza un minimo di adattamento per il cinema.

Purtroppo in questa vicenda il turbamento scema dopo la prima mezz'ora in cui si esaurisce la vena che il regista ci aveva mostrato in Seven, per occupare il restante tempo con un'analisi di dettagli più o meno inutili che non sono accompagnati da alcun fatto concreto e finiscono così per annoiare.

quà non mi trovi d'accordo. pur essendo etichettabile come "thriller" (e ci sono 3, 4 scene davvero degne dei migliori thriller mai fatti), Zodiac è un film anomalo e magistrale al tempo stesso, ed è notevole che ancora si realizzino film come questo in giorni in cui vengono osannate cagate come i vari "saw". Il film di Fincher è un lavoro incentrato sul tema dell'ossessione, sia essa quella dell'assassino o quella degli degli uomini che su di lui indagano, e come punto di riferimento non prenderei qualcosa di Fincheriano, ma un grande film come "all the presidents men" di Pakula. Condivide con esso la lunghezza e l'accuratezza nel raccontare la passione giornalistica. Ecco, più che un thriller, lo trovo un monumento a un certo giornalismo ormai defunto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Il forum utilizza cookie tecnici di navigazione o sessione, tecnici di funzionalità. Infine, sono presenti cookies analitici, utilizzati esclusivamente dal solo gestore del sito in forma aggregata ed anonima. Il forum utilizza il servizio Google Analytics, ma è previsto l’intervento per rendere anonimi gli IP con gli strumenti offerti da Google. Privacy Policy