Vai al contenuto





calicabe

Che film avete visto oggi?

Recommended Posts

Proviamo a concordare su un punto.

Artista è colui che lascia qualcosa senza magari essere sempre compreso o colui che vende, perché convince tutti?

Io propendo per la prima ipotesi.

E vedere le sale stracolme di ragazzini per i film tarantiniani sostiene il mio convincimento che si riduca a un fenomeno mediatico che vive sul gusto per lo splatter e la violenza.

Allora secondo la tua logica sono automaticamente esclusi da questa patente di artista coloro che hanno un seguito, anche dal punto di vista commerciale? Vabbè, Kubrick non era un artista. Lo stesso dicasi per Hitchcock, Sergio Leone, Ridley Scott... E poi non è vero che Tarantino convince tutti! Io per esempio non sono rimasto molto convinto di Kill Bill, soprattutto considerando che prima aveva tirato fuori quel capolavoro che è "Jackie Brown".

Sul "gusto per lo splatter e la violenza", queste cose c'erano prima di Tarantino, che ha solo voluto riproporre a suo modo un certo tipo di cinema che non si fa più: guarda caso le major hanno tagliato in due parti un progetto che DOVEVA essere "tamarro" secondo Tarantino e Rodriguez. Curioso, prima approvano i budget e poi stravolgono i progetti...

Poi vabbè non hai capito il discorso che cercavo di fare nel seguito del post ma non fa nulla... mi pare proprio tu hai affermato che (per fortuna) non c'è ancora il pensiero unico :ghghgh:


«Beelzebub has a devil put aside for me»
iPad 3 16Gb Wi-Fi / MacBook CoreDuo 2GHz , 2Gb RAM / iPod Nano 3g 4Gb / iPod Shuffle 1g 512Mb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Guest "V"
Con gli esempi che citi non fai altro che confermare il mio giudizio.

Buono a riciclare immaginari altrui.

Sanguisgua frullatore di creatività non propria.

Un enorme Blob trasferito sul grande schermo, senza neanche avere il senso del grottesco ghezziano.

Può affascinare, non lo metto in dubbio.

Ma da qui a impersonare il ruolo dei maitre à penser ce ne corre.

Ti faccio qualche nome di italiani a cui il nostro dovrebbe portare rispetto e che sono in attività attualmente, giusto come promemoria per un cinefilo consapevole come te: Monicelli (concordo), Amelio, Moretti, Tornatore, Verdone, Antonioni, Soldini, entrambi i Bertolucci, Olmi, i fratelli Taviani, Bellocchio, Francesca Archibugi, Pupi Avati, Roberto Faenza, Marco Tullio Giordana, Benigni, Carlo Mazzacurati.

Potrei andare oltre, ma mi fermo alle colonne portati che dovrebbero essere un punto fermo condivisibile per tutti coloro che ne conoscono seriamente la filmografia.

FBZ dai, non perdiamoci in giaculatorie verbali a base di blob ed Enrico Ghezzi. il cinema è un continuo copiare e rifare. i polpettoni storici gli americani li hanno imparati dal cinema italiano degli anni 20, 30, da cui poi sono nate robe come "quo vadis?", "Cleopatra", "ben hur" e da cui poi gli italiani hanno ri-rubato dando il via ai grandi pepla in cui riuscivamo a essere altrettanto spettacolari degli americani spendendo un centesimo di quello che spendevano loro. per non parlare del cinema d'azione e fantascienza giapponese o hognkoghese che per anni ha rubato al cinema americano per poi diventarne il punto di riferimento. Segio Leono rubava a Corbucci che a sua volta rubava a Don Siegel. Dario Argento? Uno dei maestri del "giallo all'italiana"? a chi faceva il verso? a me? o a Hitchcock e Bava? Qualsiasi autore è influenzato dagli autori di cui si è nutrito e francamente Tarantino ne ha ben donde.

Sui nomi da te citati.... recito 20 mea culpa per aver omesso Antonioni (anche se dubito fortemente della sua lucidità. i suoi ultimi film corali mi fanno pensare che forse abbia ricevuto qualche aiutino, e ci mancherebbe vista l'età), Tornatore (una pura formalità è uno dei più bei psycothriller che abbia mai visto), Bertolucci (di cui vivo più che altro il ricordo :ghghgh: per me è morto ai tempi di Stealing Beauty), Avati (di cui aborro il lato "drammatico". 4 ore a guardare dei tizi che giocano a carte non le reggo. preferisco Steve McQueen e il suo cincinnati kid, se proprio devo) che mi ha regalato alcuni dei momenti più cinematograficamente paurosi di sempre con Zeder, la casa dalle finestre che ridono e l'arcano incantatore, Benigni perchè è Benigni, Marco Tullio Giordana che è rimasto l'ultimo a fare cinema "di impegno civile" in Italia (seppur con mezzi, guarda un po', Tarantiniani, tipo colonna sonora ammiccante e via discorrendo) e i Taviani. Gli altri sono registi che rientrano appieno nella descrizione di Tarantino. e difatti quelli che oltrepassano i confini italiani, stanno fra quelli che ho riportato io.

una volta in Italia avevamo "Per un pugno di dollari" e "Operazione paura", "professione reporter" e "....lo chiamavano trinità", "la dolce vita" e "Maciste contro il vampiro", film che venivano visti e apprezzati in tutto il mondo ognuno per ragioni diverse dall'altro. ora abbiamo, appunto, la Archibugi e Moretti. e mi tocca rivedere "la grande guerra" per la centesima volta per godermi il cinema italiano. Ora vado a dormire che dopo 7 ore al videostore a lavorare coi film, domani mattina devo studiare per la tesi. in cinematografia ovviamente.

:ghghgh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest "V"
gusto per lo splatter e la violenza.

....uhm....splatter e violenza....mi pare che accomunino parecchie persone. dalla Pharsalia di Lucano, passando per shakespeare fino ad ad arrivare alla "Merda d'artista" di Piero Manzoni.

leva la violenza, l'orrido all'arte e non hai più l'arte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

negli ultimi giorni ho rivisto High Fidelty.... che spettacolo


Come la maggior parte delle altre cose intorno a cui gli uomini si eccitano, quali la salute e la malattia, la vecchiaia e la giovinezza, oppure la guerra e la pace, dal punto di vista della vita spirituale e' soltanto materia prima. (Berlicche)

"Le parole condizionano la lettura dei fatti" (R.Saviano)

Vieni a trovarci nella "PICCOLA ACCADEMIA DI ITALIAMAC! --> LINK

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
....uhm....splatter e violenza....mi pare che accomunino parecchie persone. dalla Pharsalia di Lucano, passando per shakespeare fino ad ad arrivare alla "Merda d'artista" di Piero Manzoni.

leva la violenza, l'orrido all'arte e non hai più l'arte.

Nessuno degli artisti in questione la usava in modo fine a se stesso.

Mon Dieu, come siamo degenerati a livello di società se attribuiamo il posto di uno qualsiasi degli esempi che riporti a uno come Tarantino!

Proprio vero che a ognuno il suo. :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest "V"
Nessuno degli artisti in questione la usava in modo fine a se stesso.

Mon Dieu, come siamo degenerati a livello di società se attribuiamo il posto di uno qualsiasi degli esempi che riporti a uno come Tarantino!

Proprio vero che a ognuno il suo.

non è un mezzo. è una componente della natura umana presente da quando milioni di anni fa una scimmia si è accorta che un osso poteva essere usato come arma (si, in questo sostengo il pessimismo Kubrickiano). vederla rappresentata ti "purifica". e questo lo dice un tizio vissuto 2400 anni fa. ergo, Tarantino lo trovo perfettamente allineato agli esempi da me fatti (ricordo delle piacevoli discussioni con un mio amico professore di filosofia riguardanti la somiglianza fra il dramma de "le iene" e i drammi del teatro elisabettiano....).

Concordo quando dici che "a ciascuno il suo": il cinema di tutto il mondo riesce ad essere più vitale del nostro. Noi invece andiamo avanti a forza delle varie Mignon che partono e dei vari Muccino e Scamarcio.

:rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io sto vedendo il Keynote dello scorso 11 giugno :rolleyes: BOM!


Alfonso|Huby®

Visita il mio sito: ALFONSO MORABITO PHOTOGRAPHER

Nasce il progretto Calabria Photo:

http://www.calabriaphoto.it/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Slevin - Patto Criminale ricorda un cubo di acciaio, perché da qualsiasi prospettiva lo consideri è inattaccabile e non contiene alcuna incongruenza, ma anzi svela piano piano tutti le risposte alle numerose domande che pone.

Cast strepitoso composto da Bruce Willis, Morgan Freeman, Ben Kingsley, Josh Hartnett, Lucy Liu e la partecipazione straordinaria di Danny Aiello.

Se dovessi imputare un minimo difetto, è quella punta di grottesco che fuoriesce in sporadici passaggi, ma che viene presto anestetizzata dalla coerenza e dalla vitalità dello svolgimento.

A livello di trama si tratta della tipica vendetta che rivela i dettagli del piano criminoso solo ad azione ultimata.

La peculiarità è però quella di riuscire a trovare la chiave giusta per conciliare diversi opposti apparenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

OCEAN'S 13

molto meglio del 12 ma l'11 resta sempre il più bello :puking:


|  mac pro quad - mid 2012  |  macbook air 11 - mid 2013  |  iphone 6s  |

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
OCEAN'S 13

molto meglio del 12 ma l'11 resta sempre il più bello :oops:

visto... un capolavoro :oops:


Alfonso|Huby®

Visita il mio sito: ALFONSO MORABITO PHOTOGRAPHER

Nasce il progretto Calabria Photo:

http://www.calabriaphoto.it/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho appena finito di vedere "The Prestige". Moooooolto bello.

Come al mio solito però ho capito il trucco prima della fine... :fiorellino:


Il mio Blog ->

Tommy On Web :::: MacBook 2GHz White + Leopard 10.5.5 :::: iPod Nano (RED) 3g ::::

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho appena finito di vedere "The Prestige". Moooooolto bello.

Come al mio solito però ho capito il trucco prima della fine... :fiorellino:

anch'io avevo capito il trucco......:ghghgh:


Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella danzante!!!

Amo gli uomini che cadono, se non altro perché sono quelli che attraversano!

Il Blog di Bimbetta: elaborazione DSM V.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho appena finito di vedere "The Prestige". Moooooolto bello.

Come al mio solito però ho capito il trucco prima della fine... :mad:

Se intendi che hai capito il motivo della vasca collocata sotto il palco fin da quando si narra dei cinesi che ogni sera la portano via, tanto di cappello.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
The Mission...

triste...

grandi musiche e grandi attori.

Triste coma sa essere la Storia. :mad:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualche giorno fa Jarhead, di Sam Mendes, con Jake Gyllenhaal, Jamie Foxx...

Bello. Mi piace l'ambientazione (Guerra del Golfo, deserto), poi mi trovo d'accordo con Roger Ebert sul fatto che più che essere un film sulla guerra ritragga molto bene il senso d'isolamento dei Marine in mezzo al deserto, per il lungo periodo prima della guerra e per la velocità della guerra moderna (aerei) e le sue complessità (come l'autorizzazione a sparare) rispetto alla fanteria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondi e partecipa alla discusione

Puoi rispondere subito e iscriverti successivamente. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Info

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza cookies, anche di terze parti e profilazione. Utilizzando il sito acconsenti al loro impiego. Privacy Policy Termini di utilizzo