Oggi Apple ha annunciato il suo nuovissimo chip M4, che permette prestazioni fenomenali al nuovo iPad Pro. Basato su una tecnologia a 3 nanometri di seconda generazione, M4 è un SoC (System on a Chip) che migliora l’efficienza energetica del chip Apple, già all’avanguardia nel settore, rendendo possibile il design ultrasottile di iPad Pro. È anche dotato di un motore del display completamente nuovo da cui dipendono la precisione, il colore e la luminosità straordinari del display Ultra Retina XDR su iPad Pro. La nuova CPU ha fino a 10 core, mentre la nuova GPU 10-core si basa sull’architettura GPU di ultima generazione introdotta con il chip M3, e porta per la prima volta su iPad il Dynamic Caching, oltre al ray tracing e al mesh shading con accelerazione hardware. Il chip M4 ha il Neural Engine più veloce mai creato da Apple, in grado di eseguire 38.000 miliardi di operazioni al secondo, quindi è più potente di qualsiasi unità di elaborazione neurale disponibile oggi su PC AI. Con una banda di memoria più veloce, una CPU con acceleratori di machine learning (ML) di ultima generazione e una GPU ad alte prestazioni, il chip M4 rende il nuovo iPad Pro un dispositivo straordinariamente potente per l’intelligenza artificiale.

“Il nuovo iPad Pro con M4 è un perfetto esempio di come progettare i migliori chip ad hoc permette di realizzare prodotti rivoluzionari”, ha detto Johny Srouji, Senior Vice President of Hardware Technologies di Apple. “Le prestazioni ad alta efficienza energetica del chip, M4 unite al nuovo motore del display, rendono possibili il design ultrasottile e il rivoluzionario display di iPad Pro, mentre i miglioramenti sostanziali alla CPU, alla GPU, al Neural Engine e al sistema di memoria, rendono il chip M4 perfetto per le più recenti applicazioni basate sull’AI. Complessivamente, questo nuovo chip rende iPad Pro il dispositivo più potente della sua categoria”.

Nuove tecnologie alla base del nuovo iPad Pro

Con M4, le prestazioni di iPad Pro fanno un enorme balzo in avanti rispetto al modello precedente con M2: il chip M4 contiene 28 miliardi di transistor creati usando una tecnologia a tre nanometri di seconda generazione che aumentano l’efficienza energetica del chip Apple. Il chip M4 introduce anche un nuovo motore del display riprogettato usando tecnologie all’avanguardia da cui dipendono la precisione, l’accuratezza dei colori e la luminosità uniforme dell’Ultra Retina XDR, un display all’avanguardia creato combinando la luce di due pannelli OLED.

Una nuova CPU 10-core

Il chip M4 ha una nuova CPU fino a 10-core che ora offre fino a quattro performance core e ben sei efficiency core. I core di ultima generazione permettono una migliore predizione delle diramazioni, con motori di esecuzione e decodifica più ampi per i performance core, e un motore di esecuzione più profondo per gli efficiency core. Entrambe le tipologie di core hanno acceleratori di machine learning di ultima generazione migliorati.

La CPU del chip M4 è fino a 1,5 volte più veloce rispetto a quella del potente M2 di iPad Pro di generazione precedente. Anche nei flussi di lavoro professionali più impegnativi, come gestire file di musica orchestrale complessa in Logic Pro o aggiungere effetti altamente sofisticati a video 4K in LumaFusion, M4 garantisce prestazioni eccezionali.

La GPU rende iPad Pro ancora più versatile

La nuova GPU 10-core di M4 è stata sviluppata a partire dall’architettura grafica di ultima generazione della famiglia di chip M3. Offre Dynamic Caching, un’innovazione Apple che alloca la memoria locale nell’hardware in modo dinamico e in tempo reale per aumentare notevolmente l’utilizzo medio della GPU. Questo porta ad aumentare significativamente le prestazioni con app professionali e giochi più esigenti.

Il ray tracing con accelerazione hardware arriva per la prima volta su iPad, dando vita a ombre e riflessi incredibilmente realistici nei giochi e nei contenuti grafici più elaborati. La GPU offre anche il mesh shading che, grazie all’elaborazione geometrica più potente ed efficiente, permette il rendering di scene più complesse nei giochi e nelle app dalla grafica sofisticata. M4 dà anche una marcia in più al rendering in app professionali come Octane, quadruplicandone la velocità rispetto al chip M2.1 Grazie a questi miglioramenti alla CPU e alla GPU, il chip M4 continua a offrire livelli di prestazioni per watt all’avanguardia nel settore. A parità di performance, M4 consuma la metà rispetto al chip M2 e un quarto rispetto ai chip dei PC portatili di ultima generazione con design leggero e sottile.

Il Neural Engine più potente di sempre

Il Neural Engine è un blocco IP nel chip dedicato all’accelerazione dei carichi di lavoro AI e quello di M4 è velocissimo. È il Neural Engine più potente che Apple abbia mai realizzato: con una capacità di calcolo che arriva a 38.000 miliardi di operazioni al secondo, è 60 volte più veloce del primo Neural Engine nel chip A11 Bionic. Insieme agli acceleratori di ML di ultima generazione nella CPU, a una GPU ad alte prestazioni, a una maggiore banda della memoria unificata, il Neural Engine rende il nuovo M4 un chip straordinariamente potente per l’AI. E grazie alle funzioni AI di iPadOS come “Trascrizioni Live”, che genera sottotitoli in tempo reale, e “Ricerca visiva”, che rileva gli oggetti nelle foto e nei video, il nuovo iPad Pro consente di eseguire attività AI rapidamente e sul dispositivo.

iPad Pro con chip M4 permette di fare cose come isolare un soggetto dallo sfondo di un video 4K con un solo tap in Final Cut Pro, o creare uno spartito in automatico e in tempo reale con StaffPad mentre si ascolta qualcuno che suona il piano. Inoltre, i carichi di lavoro di inferenza possono essere eseguiti in modo efficiente e privato riducendo al minimo l’impatto sulla memoria e sulla reattività delle app, così come sul consumo di batteria. Il chip M4 ha il Neural Engine può potente mai creato da Apple, superiore anche alle unità di elaborazione neurale dei PC per l’AI di oggi.

- Disclamer - Questo articolo presenta le opinioni del suo autore indipendente o della fonte da cui è estratto e non di Italiamac. Può essere stato realizzato con l'assistenza della IA. Non è da considerarsi consulenza, consiglio d'acquisto o investimento, in quanto a puro titolo esemplificativo generico.