Saw IV : Il gioco continua……”Vivere o morire? Fai la tua scelta!”

saw4 Saw IV : Il gioco continua......Vivere o morire? Fai la tua scelta!

Regia di Darren Lynn Bousmann (già regista di Saw II e Saw III)
“Vivere o morire? Fà la tua scelta!”

Questo è il motto di Jingsaw – l’enigmista, tornato per l’ennesima volta sul grande schermo con l’attesissimo Saw IV.
Anche se lui e la sua “allieva” Amanda sono morti (infatti alla fine di Saw III entrambi perdevano la vita) i giochi non sono finiti.


Il film inizia con una crudissima autopsia dell’enigmista (per i deboli di stomaco consiglio di coprirsi gli occhi), la telecamera non risparmia niente, riprende ogni passo dei medici dall’estrazione del cervello all’apertura dello stomaco dove troveranno una delle famose cassette che dice: “Pensavate che sarebbe tutto finito con la mia morte? Non è finita! Il gioco è appena cominciato!”
Così il detective Ridd viene rapito e avrà 90 minuti per superare una serie di prove per salvare la vita a due suoi colleghi tra cui il detective Matthews, finito nel dimenticatoio perchè creduto morto alla fine di Saw II.
Ma se l’enigmista e la sua allieva sono morti chi tira le redini del gioco? Chi c’è dietro a tutti questi orribili macchine mortali?
Molti misteri sulla vita di Jingsaw verranno svelati, in questo film troviamo molti flashback sulla sua vita passata, il matrimonio, il figlio mai nato e la malattia che lo ha portato ad iniziare questo gioco crudele.

Ritroviamo moltissimi personaggi visti nelle precedenti pellicole. Amanda, l’allieva, nel primo unica sopravissuta alle trappole dell’enigmista, nel secondo rinchiusa in una casa con altri sette giovani si finge una di loro per la riuscita perfetta del gioco e nel terzo messa di nuovo alla prova dall’enigmista, ma non c’è la farà e morirà insieme a lui alla fine del film.
I detective, tutti quelli che nei quattro film vediamo partecipare alle indagini prima o dopo saranno coinvolti nei giochi dei due psicopatici e molti di loro anche moriranno.

Non smetterò mai di ripetere che il regista e i sceneggiatori sono stati semplicemete geniali nel partorire una storia così ricca di intrighi, di sorprese, non lascia nulla al caso, tutto è collegato da un filo sottile, i protagonisti dei giochi non vengono scelti a caso tutti hanno qualcosa in comune con gli altri.
Naturalmente il finale del film è all’altezza degli altri tre, molti misteri sono stati svelati ma daltra parte ne sono nati molti altri, l’unaca certezza che posso confermare è che per Saw V non dovremmo aspettare a lungo e il VI arriverà subito dopo!





0