HANCOCK – Ci sono eroi, ci sono supereroi e poi c’è Hancock

hancock 300x200 HANCOCK   Ci sono eroi, ci sono supereroi e poi cè Hancock

Regia di Peter Berg
Dopo la goffaggine e la simpatia dell’eroe Panda-Po potete divertirvi con un altro tipo di eroe (se così si può chiamare) più burbero, rozzo, maleducato e anche un pò antipatico di nome Hancock. Vive alla giornata a Los Angeles, abita in una roulotte ma dorme su una panchina, un pò come un barbone, è sempre ubriaco, tratta male i bambini e risponde male alle persone. Combatte, si, il crimine ma a modo suo, provocando milioni e milioni di danni alla città. La gente non nè può più! Finchè un bel giorno salva la vita a Ray Embrey dirigente di una socetà di pubbliche relazioni. Ray si prende a cuore il caso di Hancock e farà di tutto per far uscire il vero eroe che è in lui. Così John Hancokc dovrà fare i conti con buone maniere, tute attillate, atterraggi delicati e soprattutto dovrà pagare col carcere tutti i danni procurati alla città. Ma un’alone di mistero circonda la sua vita passata della quale lui non ha ricordi.


Nei panni dell’improbabile eroe troviamo Will Smith che ormai può permettersi di interpretare qualsiasi personaggio, anche il più burbero e antipatico che il pubblico non potrà mai voltargli le spalle. Con la barba incolta, trasandato, sempre ubriaco ed eternamente arrabbiato col mondo intero riesce ugualmente a dare il meglio di se dando un’ulteriore conferma del suo talento, un’attore così espressivo e versatile al quale manca solo l’oscar. Al suo fianco troviamo Jason Bateman nei panni di Ray, un padre premuroso e un marito affettuoso di Mary Embrey ovvero Charlize Theron, la chiave di tutto il film.

Una storia avvincente, un film ricco di effetti speciali.

Hancock non è il solito eroe nato da un fumetto ma ha mosso i suoi primi passi direttamente sul grande schermo con un successo che nessuno si aspettava quindi potremmo dire “Ottimo lavoro!”





0