Burn After Reading – A prova di spia

immpg1 Burn After Reading   A prova di spia

Dopo il grandissimo successo di Non è un paese per vecchi vincitore di quattro prermi oscar, i fratelli Coen tornano al cinema con un film più leggero una commedia Burn After Reading – A prova di spia.
Il protagonista, Osborne Cox, analista della CIA, da un giorno all’altro viene licenziato con la scusa che ha un problema con l’alcol.
Così non gli rimane altro che stare a casa, dedicarsi alle sue memorie e…. all’alcol! Sua moglie non ne sarà molto contenta che, già lo tradisce con uno sceriffo federale, Harry Pfaffer, chiederà il divorzio.
Dall’altra parte della città in una palestra viene trovato un cd contenente delle informazioni riservate della CIA così Linda, con l’ossessione per l’aspetto, e Chas, eternamente stordito dall’I pod,entrano in un gioco pericoloso di ricatti e tradimenti.


A prima vista sono persone qualunque, con lavori qualunque apparentemente non collegate tra di loro ma più si sviluppa il film più capiamo che sono tutti uniti da un sottilissimo filo conduttore.
Burn After Readin (che ha aperto la Mostra del Cinema di Venezia) è la classica commedia alla Coen con il tema principale del disordine, incomprensibile ma decisamente molto divertente. Come in Fratello dove sei? e Prima ti sposo e poi ti rovino i protagonisti sguazzano nel disordine pensando, al contrario, di avere il pieno controllo della situazione.
Con questo film George Clooney arriva al terzo, insieme ai fratelli Coen, dove interpreta un personaggio demenziale invece per Brad Pitt, una new entry nella famiglia Coen, è la prima volta che si rende ridicolo, così idiota nelle movenze e nei dialoghi. Speriamo di tornare a vederlo in una veste del genere, ha reso bene l’idea anche se non gli rende giustizia!





0