Stiamo ancora aspettando una decisione ufficiale dalle autorità di regolamentazione della Commissione Europea riguardo ad una presunta evasione fiscale da parte di Apple, nel frattempo però la compagnia ha accettato di pagare €318 milioni per risolvere una questione fiscale in Italia.

Un portavoce dell’ufficio delle entrate Italiano, ha confermato che Apple sta pagando la somma per porre fine all’inchiesta, e che è in linea con ciò che l’agenzia gli aveva chiesto di pagare, anche se notevolmente inferiore agli 880 milioni di euro di cui Apple è stata accusata per avere preso dei preordini sulle vendite dei propri prodotti in Italia.

L’Italia, come in molti altri paesi del mondo, fa attenzione ai colossi multinazionali della tecnologia che hanno bisogno di un’attenzione speciale.

Apple ha sempre negato ogni accusa in merito alle sue pratiche fiscali e nel 2013, Tim Cook, ha detto che, “Non abbiamo alcun accordo speciale con il governo irlandese.” Durante il recente episodio “Inside Apple” girato dal programma televisivo Americano “60 minutes”, Cook si è scaldato quando Charlie Rose, giornalista, ha accusato Apple di evasione fiscale, prontamente Cook ha risposto: “totali cazzate politiche.”
Vedremo come si evolverà la situazione nei prossimi mesi.
Immagini tratte da CultOfMac
Advertise