Apple: prove tecniche per la conquista dei Desktop e intanto il titolo vola in Borsa.

macappstoreintro Apple: prove tecniche per la conquista dei Desktop e intanto il titolo vola in Borsa.

La Apple è un’azienda che fa computer, la migliore sul mercato, la più innovativa e con il miglior servizio. Possiamo acquistare i suoi computer nei negozi diretti, gli Apple Store, dove si possono provare i prodotti, chiedere consigli e ricevere assistenza, molte volte, gratuitamente. Possiamo acquistare i Mac nelle grosse catene di elettrodomestici, oppure trovarli negli Apple Reseller distribuiti su tutto il territorio nazionale. Questa rete di distribuzione, diretta e indiretta, mette paura a tutte le aziende dell’Information Tecnology ma, stranamente, non porta un’aumento sostanziale delle vendite. La domanda da porci è: come mai la Apple è la prima azienda identificata nel Mondo per qualità e innovazione ma non riceve il successo adeguato nella vendita in quello che sa fare meglio? ovvero i Mac?

Le risposte sono molteplici e, una delle prime che ci viene in mente, è il costo. I computer Apple, i Mac, sono costosi ma, anche lungimiranti; un Mac ha una vita media di 5, 6 anni e dopo, risulta ancora utile e adeguato ad un’utilizzo standard. Quindi il prezzo non può essere il solo fattore che rema contro le vendite dei desktop made in Cupertino. Oggi l’azienda di Steve Jobs, grazie ad iPhone, iPad e iPod, incrementa le vendite dei Mac notevolmente ma ancora siamo molto bassi rispetto ai successi del settore mobile. Analizzando il successo di iPod ci rendiamo conto che, il prodotto è innovativo e di ottima fattura ma, la sua fortuna è ciò che ha alle alle spalle; la “community” di applicativi e musica usufruibile da iTunes che lo rendono completo, a differenza di altri comunissimi lettori MP3. Per iPhone è stato lo stesso, l’App Store ha trascinato le vendite dell’hardware; il tutto si è ripetuto con successo con iPad, anche se, con il tablet di Apple, hanno influito altri fattori, come per esempio essere l’unico sul mercato.

Arriverà, probabilmente entro fine anno, il Mac App Store [link Apple], strumento che diventerà il trascinatore delle vendite dei Mac. Se pensiamo alle potenzialità, realizziamo che diventerà uno strumento indispensabile per gli sviluppatori, per farsi conoscere e guadagnare, inoltre sarà trainante per la Apple, che potrebbe vedere i suoi Mac schizzare in alto nelle vendite. Un tale strumento di vendita porterà ad avere software di qualità a prezzi contenuti e, come è probabile, anche gratuiti; proprio come avviene nell’App Store. Aumentare le vendite dei Mac è sempre stato uno degli obiettivi di Apple e, soprattutto di Steve Jobs. Nel frattempo il titolo Apple, in borsa, sale a quota $318,62, mai così alto e, nella giornata di giovedì, ha toccato anche quota $320; il tutto a dimostrare che l’azienda di Cupertino è sulla strada giusta, anche per conquistare anche il mercato dei Desktop.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Andrea Parisi

Andrea Parisi è utente Apple da oltre 8 anni e ama l'affidabilità dei dispositivi made in Cupertino. Utilizza giornalmente il suo MacBook Pro e lo sfrutta fino al limite assieme ad iPhone e iPad. E' orgoglioso del suo iPod 2G che ancora oggi funziona perfettamente: una delle "magie" della casa della mela "morsicata". E' affascinato dal Mondo Google e infatti lo preferisce ad iCloud di Apple reputandolo più produttivo e professionale Si occupa di "Comunicazione Web e Marketing" ed è appassionato di tecnologia a 360°.
x

Check Also

macOS Sierra è ufficialmente disponibile al download

Apple ha finalmente reso pubblico macOS Sierra per i suoi laptop e computer desktop. Il nuovo aggiornamento è disponibile gratuitamente ed è compatibile con iMac e MacBook dal 2009 in poi e MacBook Air, MacBook Pro, Mac Mini e Mac Pro dal 2010 in poi. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati