%name Wired e i disastri tecnologici 2012: La corona di Epic Fail va alle mappe di Apple

E’ la fine dell’anno ed è tempo di classifiche, Wired USA e in controbattuta anche l’edizione italiana, si butta a capofitto sui disastri tecnologici e stila la lista dei fallimenti più clamorosi.

Non era difficile immaginarsi che fra il Nexus Q, il BlackBerry 10, i servizi cloud di Amazon e i disastri finanziari di Zynga, ci fosse una regina incontrastata. Così come pure siamo abituati a vedere Apple in cima a moltissime classifiche, di solito positive.

Quindi, leggendo questa speciale classifica dei fallimenti tecnologici, scopriamo che in vetta sul podio iridato, si staglia il gigantesco Epic Fail della mela, che si materializza non tanto in un prodotto hardware, ma in un software: Mappe per iOS 6.

Eh si, come ci si aspettava, la “folle” decisione di produrre un sistema di navigazione in casa ha portato male a mamma Apple, infatti il danno è così vistoso che può venire addirittura descritto come “ciclopico”.

Phil Di Salvo inizia il suo articolo con una descrizione che secondo noi è in linea con quello che è successo: “Quando a sbagliare sono quelli con la nomea da primi della classe possono succedere due cose: a) il fail è epic come non mai e la portata del danno pressoché ciclopica b) il fail è di media entità, ma il godimento degli avversari è tale da renderlo gigantesco. Per Apple, caduta goffamente con le sue mappe per iOS 6 è stato entrambe le cose.

Continua a leggere qui l’articolo di Wired Italia.

Advertise