Come molti dei prodotti sviluppati da Xiaomi, il suo ultimo ritrovato tecnologico prende ispirazione dai dispositivi Apple. Non è né un altro clone di iPhone né un altro clone di iPad. Questa volta l’azienda Cinese sta realizzando un rivale del MacBook con design simile (se non uguale) e caratteristiche da urlo.

Xiaomi ha spesso preso spunto da Apple per quanto riguarda il design, e non come Samsung che ha creato cloni degli stessi. Questa volta pare però che l’azienda Cinese voglia buttarsi sul business dei computer.

Bloomberg riportò a Settembre che Xiaomi pianificava di rilasciare un “competitor” per i MacBook e MacBook Air di Apple. Oggi arriva invece la notizia che l’azienda ha preso accordi con Samsung per la produzione dei componenti.

Alla luce di questa partnership ci si aspetta di vedere molto presto il primo laptop Xiaomi e le specifiche trapelate fanno intuire che questo nuovo computer non sarà niente male.

Stando a BenchLife, che ha ricevuto le informazioni recentemente, la macchina (o almeno una variante di essa) sarà dotata di un processore high-end Intel Core i7 6500U con una velocità di clock pari a 2.5GHz e ben 8GB di RAM.

Il notebook dovrebbe inoltre arrivare in due dimensioni: 11 pollici e 13 pollici, esattamente come MacBook Air e potrebbe offrire porte USB-C. Pare inoltre che Xiaomi abbia optato per Windows 10 come sistema operativo e non Linux come si era precedentemente vociferato.

Se il laptop Xiaomi uscisse con un processore i7, MacBook Air e MacBook non potrebbero competere con le specifiche offerte dalla casa Cinese.

Non è ancora chiaro quando l’azienda rilascerà il laptop in questione ma se le macchine fossero in fase di test, il lancio potrebbe essere vicino.

Immagini tratte da CultOfMac

Advertise

21 Commenti

  1. Il MacBook è caratterizzato da:
    – schermo 12″ Retina;
    – Cpu fanless;
    – design specifico (peso ridotto, tastiera con meccanismo a farfalla a filo case, ingombro minimo, spessore ridicolo);
    – batteria che occupa gran parte del case;
    – una USB-C.

    I MacBook Air sono caratterizzati da:
    – CPU ULV;
    – spessore ridotto;
    – disponibilità di diverse I/O.

    Quel rottame millantato dall’azienda di sughi cinese, con Win10, non se la gioca né con gli Air né tantomeno col MBr.
    Altro che competere, l’unica cosa con cui può competere è Windows per vedere chi dei due finirà prima nel cestino.

    • “‘unica cosa con cui può competere è Windows per vedere chi dei due finirà prima nel cestino.”
      Osx ovviamente.

        • o magari per uno che non capisce un cazzo di informatica tanto da sopraelevare osx come se fosse la perfezione.
          Ma voi apple funboy siete divertenti per questo, siete tutti uguali e zero conoscenze. :D

          • Hai ragione, non capisco un cazzo, quando c’erano le CLI infatti aspettavo arrivasse un coglione di siffatta natura per cominciare a scrivere comandi.
            Torna a ciucciare dalle poppe di mamma.

            • non ne ho il bisogno. A differenza di voi utenti Apple sono abbastanza autonomo, non ho bisogno di qualcosa che mi dica cosa fare o che mi nasconda delle opzioni per evitare di far danni. Puah. Vai vai, comprati il nuovo aimac cinquemila così potrai metterlo in salotto e farlo vedere a tutti i tuoi amichetti.

              • Sei un cazzetto moscio di qualche manciata di anni e vieni qui a trollare pensando di capirne un cazzo di computer, “aimac” e via discorrendo. Trovati qualcosa di più utile da fare, lo dico per te. Non infierisco oltre.

                • Basta toccarvi la mela, mettendo alla luce chiarissime note dolenti di un sistema adesca apolli, che andate su tutte le furie. Non vi smentite mai :D

                  • Ma ti sei preso un iPhone, non sei riuscito a far un JB, e la meno qui sui coglioni che comprano Apple per moda, cioè te stesso?
                    Sei tornato ad Android ed al buon vecchio bug Win? Bene, eclissati.

    • Beh del resto nessuno ha fermato apple quando ha copiato l’lg prada o altre cose come il forcetouch !

  2. Se un ultrabook senza ventola uscisse con un I7, l’autocombustione sarebbe una delle poche certezze. A meno di non preparare una workstation direttamente nel freezer.

  3. Beh capirai che problema sono anni che Apple copia mezzo mondo e spaccia per invenzioni cose che altri usano da anni…

Comments are closed.