Un gruppo di hacker, che si fa chiamare Turkish Crime Family, è riuscito ad impadronirsi di circa 300 milioni di account iCloud. Ad accompagnare quanto detto è stata una vera e propria richiesta di riscatto.
Come riportato da MacRumors, la presunta cifra è di 75.000 dollari, che Apple dovrebbe pagare in Bitcoin, Ethereum o con carte regalo iTunes per un valore complessivo di 100.000 dollari. Gli hacker hanno minacciato di cancellare tutti i dispositivi Apple, tramite Trova il mio iPhone presente su iCloud.com, se il riscatto non dovesse essere pagato entro un mese.

Il gruppo di pirati informatici ha caricato su YouTube un video in cui uno di loro dice:

Voglio solo i miei soldi e ho pensato che questa sarebbe una notizia interessante per tanti utenti Apple.

Inoltre, qualche settimana fa, è stata inviata una mail ad un indirizzo di posta elettronica @apple con scritto:

Sareste disposti a condividere con noi un piccolo campione del set di dati?

La società di Cupertino però non è stata certo a guardare in silenzio, dichiarando pubblicamente di non voler assolutamente “premiare” i cybercriminali:

Innanzitutto chiediamo gentilmente che venga rimosso il video caricato sul vostro canale YouTube, che sembra in cerca di attenzioni indesiderate. Poi vorremmo farvi sapere che noi non premiamo i criminali informatici, in quanto violano la legge. Infine vi informiamo che tutte le comunicazioni ricevute via mail saranno inviate alle autorità.

Per ora non si conoscono ulteriori dettagli sugli account rubati. Il consiglio che vogliamo darvi è quello di attivare l’autenticazione in due passaggi, fino a quando la questione non sarà risolta del tutto.

 

Immagini CNET

Advertise