Intel avvia la sfida ad Apple.

intelvsapple1 Intel avvia la sfida ad Apple.

L’ultimo trimestre registrato da Intel è stato un successo, il balzo in avanti del più 59% fa capire che la strada intrapresa è quella giusta; non fermarsi al solo settore informatico ma, rivolgere l’attenzione anche agli elettrodomestici casalinghi ha portato molti dollari in cassa. La diversificazione diventa importante per Intel ma, nel settore dove è assente, Apple fa da padrona, ovvero quello dei Tablet; una mancanza imperdonabile ma che non dipende da lei. Unico attore di questo nuovo mercato è iPad che, anela successi uno dietro l’altro. Le vendite sono incredibili e la strada intrapresa dall’azienda di Steve Jobs è stata illuminante, la realizzazione di un processore proprietario (A4), ha ridotto i costi e migliorato l’efficenza del device. Oggi non esiste un concorrente ad iPad, ci sta provando Samsung con il suo mini tablet da 7″ ma non vanta l’incredibile scelta che offre l’App Store.

Intel, dopo questi successi, porterà la sua attenzione alla realizzazione di un chip studiato per essere integrato nei tablet, settore che ha segnato una forte ferita in quello che era il suo dominio principale, i netbook; non come produttore ma come fornitore di CPU, gli Atom. Molti sono pronti a scommettere che il tablet di Microsoft avrà un chip Intel nel cuore e Windows 7 lite come sistema operativo; inoltre, forse il leggendario Slate di HP con il sistema operativo di Palm, verrà dotato di un nuovo Atom creato ad hoc per il tablet che sfiderà Apple apertamente? oppure il Playbook di RIM, prima smentito e poi confermato, potrà essere un prodotto che monterà hardware Intel?

Una cosa è certa iPad ha preceduto tutti, ed è quasi, un anno avanti; tra un po’, forse nel primo trimestre del 2011, ne verrà presentato uno nuovo con un restiling tecnico e, ad oggi, nessuno ha messo in vendita il proprio tablet, lasciando troppo margine all’azienda di Cupertino che ha creduto, ed ha avuto il coraggio, di proporre alle masse quello che sembrava un oggetto troppo tecnologico e di nicchia. Steve Jobs ha dimostrato nuovamente fiuto, nel realizzare quello che era un innovazione incredibile, in un prodotto semplice e intuitivo da utilizzare; qualità che siamo abituati a vedere su tutti i prodotti Apple e che, per l’ennesima volta, detta le tendenze tecnologiche e stabilisce i tempi per l’innovazione. It’s Amazing!







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Andrea Parisi

Andrea Parisi è utente Apple da oltre 8 anni e ama l'affidabilità dei dispositivi made in Cupertino. Utilizza giornalmente il suo MacBook Pro e lo sfrutta fino al limite assieme ad iPhone e iPad. E' orgoglioso del suo iPod 2G che ancora oggi funziona perfettamente: una delle "magie" della casa della mela "morsicata". E' affascinato dal Mondo Google e infatti lo preferisce ad iCloud di Apple reputandolo più produttivo e professionale Si occupa di "Comunicazione Web e Marketing" ed è appassionato di tecnologia a 360°.