screen capture 3 Gli iPod del futuro potrebbero essere alimentati tramite il battito cardiaco

Sembra fantascienza, ma non lo è: la base di questa teoria è un chip, capace di generare energia da movimenti quasi impercettibili del corpo umano, come il battito di un cuore o il pizzico di due dita. Il nuovo chip progettato è migliaia di volte più potente rispetto ad un prototipo creato in passato, e si basa su nanogenerators.

Secondo gli scienziati, prima o poi questa tecnologia consentirà la produzione di dispositivi portatili che non richiederanno batteria, perché genereranno energia dal movimento del nostro stesso corpo.
Il progetto è stato presentato presso il National Meeting & Exposition of the American Chemical Society, e nei test il chip è riuscito ad alimentare correttamente sia diodi che display, e a trasmettere un segnale radio una volta che l’energia generata era stata accumulata.
Immaginate cosa vorrebbe dire l’applicazione di una simile tecnologia ai dispositivi portatili di Apple: potrebbe essere abbinata all’inserimento di piccoli pannelli solari (esiste già un brevetto in merito che ne prevede il posizionamento appena sotto il display), in modo da creare iPod e iPhone che assorbano i raggi del sole e utilizzino i movimenti del nostro corpo per generare energia. Inoltre, essendo privi di batteria, i dispositivi peserebbero meno, sarebbero più sottili e soprattutto le batterie non sarebbero soggette, come ora accade, all’esaurimento dei cicli di carica con conseguente diminuzione delle prestazioni in termini di durata. Un bel passo avanti davvero: speriamo che gli studi su questa tecnologia procedano senza intoppi.

Fonte: 9to5mac

Advertise