Apple e le scuse per Samsung da riscrivere..

l43 ipad galaxy 120707071345 big Apple e le scuse per Samsung da riscrivere..

 

Nella guerra a colpi di tablet in cui Apple sosteneva che Samsung avesse copiato il suo iPad per realizzare i suoi Galaxy Tab, l’azienda di Cupertino ha perso. Non solo: ha dovuto fare pubblica ammenda (in caratteri Arial e con una dimensione non inferiore a 14 pt) sul proprio sito web e su diversi quotidiani britannici scusandosi per aver accusato ingiustamente la sua rivale asiatica.

Nonostante la curiosa sentenza emessa dal giudice Colin Birss è stata rispettata, ma il risultato non ha convinto l’ High Court of Justice che ha dato 24 ore di tempo ad Apple per la rimozione del comunicato e la ripubblicazione entro 48 di nuove scuse al posto delle precedenti considerate “false” e “scorrette” con osservazioni critiche e denigratorie in quanto prive di un sincero rammarico.

apple samsung scuse Apple e le scuse per Samsung da riscrivere..

Il giorno successivo, sul giornale inglese The Guardian, Apple ha acquistato un piccolo spazio per pubblicare la “nuova versione” molto più diplomatica ed equilibrata:

“L’Alta Corte di Londra ha emesso una sentenza del 9 giugno 2012, secondo cui i prodotti di Samsung – Galaxy Tab 10.1, Tab 8.9 e Tab 7.7 – non violano brevetto Apple sul design […] e tale decisione di applica a tutta l’Unione europea” con in aggiunta due link per eventuali approfondimenti sull’argomento.

AppleSamsungUk Apple e le scuse per Samsung da riscrivere..

Allo scadere delle 48 ore stabilite, Apple ha pubblicato il seguente testo sulla propria homepage Uk che, come fa notare The Next Web, è visibile solo compiendo uno scroll completo della pagina web:

“Il 25 ottobre 2012, Apple ha pubblicato un messaggio sul suo sito UK legato ai tablet Samsung Galaxy. Questo messaggio non era accurato e non rispettava l’ordine della Corte di Appello di Inghilterra e Galles. Il messaggio corretto è alla pagina Samsung/Apple UK judgement.

Questo invece il testo completo riportato nella pagina linkata precedentemente:

“Il 9 luglio 2012 l’Alta Corte di Giustizia di Inghilterra e Galles ha stabilito che i tablet Samsung Galaxy, nello specifico Galaxy Tab 10.1, Tab 8.9 e Tab 7.7 non violano il brevetto Apple in design numero 0000181607-0001. Una copia della sentenza per intero dell’Alta Corte è disponibile all’indirizzo www.bailii.org/ew/cases/EWHC/Patents/2012/1882.html.

La sentenza ha effetto nell’Unione Europea ed è stata confermata dalla Corte di Appello di Inghilterra e Galles il 18 ottobre 2012. Una copia della sentenza della Corte d’Appello è disponibile all’indirizzo www.bailii.org/ew/cases/EWCA/Civ/2012/1339.html. Non c’è in corso nessuna ingiunzione riguardante il brevetto in alcun luogo in Europa.”

Tale messaggio rimarrà visibile fino al prossimo 14 dicembre.

Secondo voi queste scuse saranno sufficienti per chiudere definitivamente questo capitolo della battaglia infinita?







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Eva Pellizzari

Eva Pellizzari è il lato femminile di Italiamac, appassionata di Social Media Marketing, Tecnologia e ovviamente Apple. Online le piace farsi chiamare Eva Starz. E’ costantemente alla ricerca di novità tecnologiche e prova con curiosità tutti i nuovi servizi digitali che compaiono continuamente sulla rete. Eva segue anche i Social Network di Italiamac, la sua carriera conta la collaborazione come Social Marketing Expertise per l’agenzia MacPremium e player di Buzz e Deep Marketing per l’agenzia RealTime. La nostra Eva Starz, oltre ad essere una blogger da diversi anni, è una esperta di contest e non perde occasione per testare le iniziative che ogni giorno vengono lanciate sul web e sui social network per scoprirne metodologie e funzionamenti, avendo sempre le antenne sintonizzate su tutto quello che le aziende propongono in rete.
x

Check Also

Ken Segall

Ken Segall su Apple: “Sta perdendo la sua semplicità”

Ken Segall ha una storia pluriennale con la Casa di Cupertino, in particolare con il reparto marketing: noto per aver coniato il nome “iMac” e per l’intera campagna “Think Different”, l’ex membro di Apple ha contribuito in maniera indelebile alla storia dell’azienda, ma adesso sembra convinto che Apple stia iniziando a perdere la sua semplicità. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati