16GB? Non proprio. Ecco gli smartphone con più memoria libera

Chip di memoria toshiba 620x261 16GB? Non proprio. Ecco gli smartphone con più memoria libera

Ormai ci siamo abituati: comprate un qualunque hard disk da 1TB e avrete disponibili intorno ai 980GB. Quella memory card da 32 GB di ultima generazione per la vostra Go Pro? Sì in realtà ci sono solo 29GB liberi. Per gli smartphone la situazione è ancora peggiore, sistemi operativi sempre più ingombranti e icone ad altissima risoluzione portano via spazio utile.

Per quanto riguarda le memorie flash e gli hard disk o SSD dei nostri computer la spiegazione a questo spazio mancante è semplice: alcuni settori della memoria sono riservati ad una serie di operazioni a basso livello che permettono di rimpiazzare aree non più funzionanti o degradate nel tempo con altre ancora in buone condizioni, ma si tratta sempre di percentuali piuttosto piccole.

Molti comprano ancora smartphone con 16GB di memoria, spesso anche solo per una ragione di costo, ma sono tanti gli utenti a rimanere delusi dalla scarsa quantità di spazio lasciata libera dal produttore e destinata a dati personali; quindi si tratta di una truffa? Non esattamente, forse però sarebbe legittimo chiedere che venisse riportato sulla confezione esattamente quanti GB liberi siano disponibili. Chi produce il terminale dichiara semplicemente di aver usato un chip di memoria da 16GB, che una volta formattato sarà utilizzabile per circa 15GB e che deve poi essere parzialmente riempito dal sistema operativo.

Se siete alla ricerca del telefono da “16GB” con più spazio libero possibile, questo articolo di Cult of Android può esservi utile: alcuni dei modelli più famosi sono stati testati e i risultati non sono certo confortanti; molto bene iPhone 5C (con 12,60GB), solo leggermente peggio Nexus 5 (con 12,28GB) e iPhone 5s (con 12,20GB), male HTC One Mini e LG G2 (entrambe con meno di 11GB), pessimo Galaxy S4 (con solo 8,54GB).

Spazio libero 16GB? Non proprio. Ecco gli smartphone con più memoria libera

 

Il vantaggio di Galaxy S4 e altri modelli rispetto agli iPhone e Nexus 5 è la possibilità di aggiungere una scheda micro-SD in un secondo momento per espandere la memoria.

Mi permetto di avanzare alcune ipotesi per tentare di spiegare la disposizione che vedete qui sopra; iPhone 5C probabilmente batte iPhone 5s per l’assenza di codice a 64-bit, Nexus 5 è il migliore dei terminali Android in quanto privo di qualunque applicazione di terze parti, tutti gli altri modelli aggiungono un numero più o meno elevato di ottimizzazioni del produttore, che ovviamente occupano spazio sul disco.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Francesco Barbieri

Francesco Barbieri, fiorentino, si appassiona fin da bambino ai computer, che si diverte a smontare e osservare (e all’inizio distruggere); col tempo impara a conoscerli, ripararli e modificarli, approdando inevitabilmente al Mac. È appassionato di elettronica di consumo, videogiochi e social networking, mantiene un canale YouTube dove discute dei suoi progetti (e inevitabili disastri).
x

Check Also

Il Face ID sarà il nuovo Touch ID nel 2018, parola di Kuo

Tutti gli iPhone che Apple pianifica di rilasciare nel 2018 abbandoneranno il Touch ID a favore del nuovo sensore con riconoscimento facciale Face ID, queste sono le parole dell’analista della KGI Securities, Ming-Chi Kuo. Stando a Kuo Apple introdurrà il nuovo sensore per competere con i dispositivi Android che attualmente hanno implementato un sensore bi-dimensionale non affatto sicuro. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati