Provate per voi: UE Boom di Logitech

ALB 5049 620x413 Provate per voi: UE Boom di Logitech

Abbiamo provato per voi questi speaker portatili di Logitech: gli UE Boom di Ultimate Ears.

È un buon periodo per le casse in genere, finalmente i produttori capiscono davvero quali debbano essere le caratteristiche principali dei sistemi audio portatili, ovvero: dimensioni e peso ridotti, porta aux, discreta durata della batteria e una buona potenza senza troppa distorsione.

Bene. Partiamo con l’ammettere che Logitech è sempre stata un’azienda molto seria. Non so voi ma fa parte della mia vita dai tempi di Windows 3.1. Quando si cercavano periferiche senza fronzoli, di buona qualità e ad un prezzo ragionevole, la scelta era quella: LOGITECH. Il mio glorioso sistema audio Logitech Z4 continua nel suo instancabile lavoro di disturbo del vicinato da 10 anni senza un minimo problema.

UE Boom non è un prodotto da meno.

Un sistema solido, non un extreme rugged ma comunque un grande compagno di viaggio che può essere strapazzato senza grandi problemi e con un design che non lo farà sfigurare come oggetto d’arredamento. Parlando di design, UE Boom è vincitore del Gold International Design Excellence Award. 

ue boom gruppe small 620x364 Provate per voi: UE Boom di Logitech

C’è una grande scelta di colori tra i diversi modelli e la qualità del materiali è ottima. La fascia centrale è gommata così come il fondo e la parte superiore. I grandi tasti + e – servono a regolare il volume e se premuti contemporaneamente attivano l’avviso di carica rimanente.

Sopra troviamo due semplici tasti per l’accensione e il binding BT. Nella parte inferiore prendono posto ingresso micro usb per la ricarica e porta AUX. Questi accessi possono essere protetti da un tappo di gomma in dotazione che va a fissarsi ad un anello di metallo (comodo nel caso voleste agganciarci un moschettone o un cordino).

L’anello di metallo è stata una piacevole sorpresa. Infatti sfrutta una filettatura di tipo whitworth per agganciarsi alle casse.

Che significa? Beh, la filettatura whitworth è universalmente conosciuta come “la vite delle macchine fotografiche”. Questo vuol dire che gli speaker possono essere fissati a treppiedi e slitte per uso fotografico (considerando che un treppiede di plastica cinese costa 5 euro, le possibilità sono davvero infinite).

UE Boom è un sistema SEMI-WATERPROOF se viene applicato il tappo di sicurezza delle porte. Non vi consigliamo di immergerle in piscina, ma non ci sono problemi con gli schizzi in genere.

Dato che dovevano essere testate, le ho messe direttamente sotto getto del rubinetto e non hanno fatto una piega. Potete usarle tranquillamente sotto la doccia, anche se canterete a squarciagola con il volume al massimo, nessuno riuscirà a percepire le vostre stecche… garantito.

Il sistema audio è STEREO (cosa non scontata in sistemi così compatti) , con un piccolo sub per dei bassi pieni. Nessuna distorsione particolare, anzi, il suono è di altissima qualità (provato con dei formati non compressi).

Grandissima potenza per la dimensione del prodotto. Portato a casa di amici durante una cena, gli invitati non capivano da dove arrivasse il suono. Con le casse a tutto volume l’occhio cerca un classico impianto stereo e non un oggetto grande come una lattina di coca da mezzo litro.

01Logitech UE Boom 35764841 620x442 Provate per voi: UE Boom di Logitech

Già dalla confezione, si capisce quanta cura sia stata messa nei dettagli. Apple ha fatto scuola di packaging ma qui l’allievo ha superato il maestro.

Sfilata la scatola-copertina, troviamo uno scrigno di plastica molto solida, perfetta per portare in giro le UE Boom al riparo da urti importanti.

In dotazione troviamo un caricabatterie con presa italiana e inglese intercambiabile con uscita usb. Il caricabatterie in questione è molto potente, pensato apposta per caricare la batterie in meno di un’ora. Attenzione quindi a collegarci telefoni o altre periferiche che sarebbero a rischio frittura. È di ottima fattura e (nel mio caso) giallo fluo. Conclude la dotazione il cavetto micro usb e un cavo con jack da 3,5mm per la presa ausiliaria.

La durata della batteria si aggira sulle 8 ore di riproduzione, poco meno se usate il BT.

È possibile ricevere le chiamate dal telefono grazie ad un piccolo microfono integrato (occhio alle figure da stracchino se la sorgente audio è il telefono con il numero dell’amante insomma)

Ciliegina sulla torta: un’app dedicata per l’utilizzo come sveglia e “udite udite” la possibilità di SPLITTARE il suono su DUE casse che diventano left&right. Un sistema stereo ancora più potente… MERAVIGLIA.

 

Questo prodotto è davvero PERFETTO. Ed il prezzo è più che ragionevole (dai 170 ai 200€)

 

Cosa avremmo voluto?

Difficile trovare difetti, ad essere pignoli sarebbe stato il non plus ultra se avesse integrato una radio o un lettore di microSd per renderlo un sistema autonomo.

Ad ogni modo, Logitech non viene meno alla sua tradizione di grande qualità e semplicità. Complimenti. Test passato a pieni voti.

 

 







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Alberto Moschini

x

Check Also

Gesture 3D Touch per aprire il multitasking tornerà presto in iOS 11

Con il rilascio di iOS 11 Apple ha inspiegabilmente rimosso la popolare gesture 3D Touch per invocare il multitasking. Fortunatamente Apple ha informato di averla tolta solo momentaneamente e che verrà riabilitata in una minor release di iOS 11. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati