Recensione: UrbanHello, il vivavoce in un gesto.

Di primo acchito, Urban Hello non sembra proprio un telefono. Eppure di telefono si tratta. Un cordless per la rete fissa dallo stile unico e dalle funzioni interessanti.. Partendo dalla forma, come è possibile vedere dalla foto in basso, Urban Hello è costituito da una cornetta a con una forma quasi cilindrica, se non fosse per la svasatura inferiore. Questa serve soprattutto a allargare la base d'appoggio del telefono, oltre ad accogliere la cassa audio che propaga il suono a 360 gradi. Sulla base ampia della cornetta sono presenti tutti i tasti che trovereste su un normale telefono, oltre a un…

Score

Design - 80%
Qualità - 80%
Usabilità - 75%
Prezzo - 70%

76%

Di primo acchito, Urban Hello non sembra proprio un telefono. Eppure di telefono si tratta. Un cordless per la rete fissa dallo stile unico e dalle funzioni interessanti..

Partendo dalla forma, come è possibile vedere dalla foto in basso, Urban Hello è costituito da una cornetta a con una forma quasi cilindrica, se non fosse per la svasatura inferiore. Questa serve soprattutto a allargare la base d’appoggio del telefono, oltre ad accogliere la cassa audio che propaga il suono a 360 gradi.

Sulla base ampia della cornetta sono presenti tutti i tasti che trovereste su un normale telefono, oltre a un ulteriore tasto per connettere Urban Hello agli altri dispositivi presenti in casa. Questo perchè il telefono si collega via Bluethooth agli altri cordless. In questo modo non dovremo sostituire gli apparecchi che già abbiamo ma, piuttosto, integrarli con Durban Hello.

Sulla faccia anteriore del telefono è presente un solo tasto per rispondere e una fessura per ascoltare la conversazione. Sulla base piccola, invece, un piccolo monitor mostrerà i dati della chiamata, il nome dell’interlocutore, la carica della batteria ecc.ecc.

home phone picture hd 1 620x465 Recensione: UrbanHello, il vivavoce in un gesto.

La particolarità di questo telefono, che ha già ricevuto diversi premi per l’innovazione tecnologica, sta nella facilità con cui si passa alla funzione vivavoce. Basta infatti poggiare la cornetta su una superficie piana e il dispositivo passa automaticamente in modalità vivavoce.

Senz’altro l’apparecchio sembra interessante anche in un contesto dominato dagli smartphones. Probabilmente, l’unica pecca è il confort. Poggiando la cornetta all’orecchio, si prova un certo sconforto. Forse questo è da attribuire alla forma inusuale del telefono e, probabilmente, col tempo si tende ad abituarsi.

La qualità del suono è eccezionale sia durante la conversazione normale che in vivavoce. Ed è proprio questa una delle caratteristiche su cui l’azienda produttrice punta.

Il prezzo è, forse, la nota dolente. Per acquistare la cornetta sono necessari 150€.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Scaramuzzo

Appassionato di musica e tecnologia, ha già collaborato con diversi magazine online tra cui Extra! e Jazzitalia. “Brasiliofilo” convinto, cura il portale Nabocadopovo, in cui racconta la musica e la cultura brasiliana attraverso video interviste. Collabora con Italiamac da diverso tempo, focalizzando le proprie attenzioni sull’eccellente connubio tra Apple e musica.
x

Check Also

Come esportare la rubrica di iPhone in formato CSV

Il comma-separated values (abbreviato in CSV) è un formato di file basato su file di testo utilizzato per l’importazione ed esportazione (ad esempio da fogli elettronici o database) di una tabella di dati. Questo tipo di file può essere aperto con Microsoft Excel, Numbers di Apple ed altri programmi simili. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati