Apple domina il periodo Natalizio: nuovi dati da Flurry Analytics

Nuovi dati da Flurry Analytics (via iClarified) rivelano un’apparente supremazia di Apple nel mercato delle vendite Natalizie 2015, grazie a un gran numero di informazioni raccolte da circa 780.000 applicazioni tracciate dall’agenzia di marketing.

252902 1280 620x485 Apple domina il periodo Natalizio: nuovi dati da Flurry Analytics

La tendenza registrata da Flurry Analytics vedrebbe un movimento, da parte degli utenti, verso i cosiddetti “phablet”, smartphone di dimensioni maggiori rispetto al solito che vantano una potenza maggiore rispetto alla media. E la tendenza sembra influenzare un po’ tutti i nomi dell’industria, appartenenti a qualunque fascia di prezzo (compresi gli ultimi phablet Letv, dall’età relativamente giovane)

Nel Natale 2013, solo il 4% delle attivazioni di nuovi dispositivi si poteva far corrispondere al gruppo dei phablet. Due anni più avanti, uno stupefacente 23% di tutti i nuovi dispositivi corrisponde proprio a quel gruppo snobbato un paio di anni fa. È ben più del quadruplo in soli 24 mesi!

Se, inoltre, la prima impressione sui phablet faceva pensare che i dispositivi stessero “rubando terreno” ai tablet, ora appare più che evidente la tendenza a evitare gli smartphone di grandezza media e piccola in favore dei phablet stessi; con un sorprendente 50% dei dispositivi Android e circa il 12% dei dispositivi Apple attivati in totale nel corso della settimana Natalizia, il gruppo di dispositivi appare ora fortemente in crescita. Sorprendentemente (ma non troppo), il nuovo iPad Pro (appartenente alla categoria dei “Full-Size Tablets”) rappresenta meno dell’1% delle attivazioni totali.

252909 1280 620x485 Apple domina il periodo Natalizio: nuovi dati da Flurry Analytics

Per quanto riguarda i produttori principali, invece, Apple ha indubbiamente dominato il mercato con un imponente 49,1% dei dispositivi totali (più basso del 2,2% rispetto al 2014). Samsung si colloca al secondo posto con un aumento del 2,1% rispetto all’anno scorso (19,8%), mentre Microsoft/Nokia avrebbe perso una considerevole fetta di mercato in soli 12 mesi, passando dal 5,8% al 2%.

Stupisce infine la presenza di Xiaomi (1,5%, disarcionando Sony dalla Top 5), azienda non collocata negli Stati Uniti e con un evidente “handicap territoriale” rispetto alle sue rivali americane.

252903 1280 620x485 Apple domina il periodo Natalizio: nuovi dati da Flurry Analytics

Per quanto riguarda il download delle App, infine, il giorno di Natale è stato ancora una volta il preferito degli utenti, forse per evitare opinabili conversazioni con suoceri e parenti (e come biasimarli?). Nello specifico, Flurry ha tracciato un tasso di download più alto del 2.2x, in un incremento del 120% rispetto alla media del mese di Dicembre.

252906 1280 620x485 Apple domina il periodo Natalizio: nuovi dati da Flurry Analytics

Non dimenticate di seguire Italiamac su Facebook e Twitter per rimanere aggiornati su tutte le novità del mondo Apple!






Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Antonino Lupo

Studente in Scienze della Comunicazione per Cultura e Arti all'Università di Palermo, utilizza senza vergogna i prodotti Apple da quando era piccino. Grande amante della Letteratura (quella con la L maiuscola), del Cinema (quello con la C maiuscola) e della Musica (quella con la M maiuscola), è al momento al lavoro su diversi progetti, tra cui la sceneggiatura di un film di fantascienza dal titolo "H.O.P.E.".
x

Check Also

La ricarica wireless per AirPods costerà 69 dollari?

Durante il keynote del 12 settembre, Apple ha presentato la ricarica wireless su iPhone X, iPhone 8 ed 8 Plus ed Apple Watch Series 3. Oltre a questi tre nuovi dipositivi, la ricarica wireless coinvolge anche le AirPods. Per funzionare però, le cuffie di Apple avranno bisogno di un accessorio che ha un costo di 69 dollari. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati