Come di consueto iFixit non si poteva tirar indietro dal smontare il nuovo MacBook Pro 2017 con Touch Bar e per l’appunto il modello da 13 pollici.
Il MacBook Pro pare contenere quasi gli stessi componenti facendo avere un “deja vu” al team di iFixit.

Aprendo il vano posteriore la prima cosa che salta all’occhio è l’identicità dei componenti con come unica differenza le nuove ventole che a detta di Apple offrirebbero un maggior flusso d’aria.

 

Indubbiamente la prima cosa da fare è rimuovere la batteria dal computer, batteria incollata, operazione che iFixit non ha eseguito come primo passaggio. Rimuovendo la scheda madre si noterebbero i nuovi componenti: processore Intel Core i5-7267U con Intel Iris Plus Graphics 650, SanDisk SDRQKBDC4 064G 64 GB memoria flash NAND (x2 per un totale di 128 GB su un lato della scheda madre), Samsung K4E6E304EB-EGCG LPDDR3 DRAM (4 x 2 GB per un totale di 8 GB), 2x SanDisk SDRQKBDC4 64 GB memoria flash NAND (come visti nel modello 2016 Escape Edition removable SSD) che portano un totale di 256GB, APL1023 343S00736 (come il chip Apple T1 appaiato con la Touch Bar) e (Apple?) 338S00193-A1 17148HDK e altri componenti tra i quali controller per le porte USB-C.

www.italiamac.it weoohyyhd2c2ttb6 iFixit smonta il MacBook Pro 2017 con Touch Bar, ma quanto avrà di nuovo?

Per quanto riguarda lo smontaggio del computer vero e proprio, con rimozione di ogni singolo componente, iFixit si è fermata qui visto che essi sono esattamente uguali alla precedente generazione, vi consigliamo quindi se siete curiosi di dare un occhiata al teardown completo del MacBook Pro 2016 con Touch Bar cliccando qui.

iFixit ha dato un punteggio di riparabilità pari a 1 su 10 (10 indica molto semplice da riparare), questo punto è stato ottenuto grazie alla possibilità di rimuovere il trackpad, e quindi di sostituirlo, senza dover smontare la batteria.

Per quanto riguarda altre pecche che il team ha trovato figurerebbero:

  • Viti pentalobate proprietarie, continuano a rendere il lavoro difficile
  • La batteria assemblata è intera, molto solida, incollata al case e quindi complicata da sostituire
  • Il processore, RAM e memoria flash sono saldati sulla scheda madre
  • La Touch Bar aggiunge un secondo difficile da sostituire, schermo
  • Il Touch ID è appaiato al chip T1 presente sulla scheda madre. Essendo posto sul tasto di accensione, ripararlo richiederebbe probabilmente l’aiuto di Apple o una nuova scheda madre

 

Advertise