Cosa potrà mai essere un orologio ibrido? Nient’altro che un orologio a metà strada tra uno smartwatch con un orologio a lancette tradizionale. A produrlo ci pensa l’azienda svizzera – e gli svizzeri in fatto di orologi la sanno lunga – MyKronoz. Il prodotto, per la cui realizzazione l’azienda si è affidata ad una campagna di finanziamento su Kickstarter, si chiama ZeTime e noi di Italiamac l’abbiamo provato per voi.

italiamac zetime 620x827 ZeTime, lorologio ibrido di MyKronoz

Partiamo dalla questione estetica. L’orologio si presenta con una cassa in acciaio inossidabile e un vetro zaffiro. Il cinturino in dotazione, nella versione base, è invece in silicone nero o bianco a seconda dei gusti. La cassa, inoltre, è disponibile in due diverse misurazioni. La prima, più grande, da 44mm e una più piccola da 39mm. Posteriormente al quadrante, ovvero nella parte che poggia sul polso, sono presenti dei sensori per la misurazione del battito cardiaco. L’orologio è dotato delle due lancette, quella per i minuti e quella per le ore. Manca, invece, la lancetta per i secondi che, per quel che mi riguarda, lo considero una piccola pecca.

La parte è rappresentata oltre che dal processore, da un pannello touch e da un monitor ad alta risoluzione. Per quel che riguarda la durata della batteria, che abbiente tramite sistema wireless, ci manteniamo intorno ai 30 giorni considerando.

italiamac retro zetime 620x827 ZeTime, lorologio ibrido di MyKronoz

La cosa più importante di questo prodotto, però, sono le molteplici funzioni che offre e che cercheremo di mostrarvi in questo articolo. Prima, però, è bene chiarire che tutto quello che vorremo impostare su ZeTime sarà gestito da un’applicazione scaricabile sull’iPhone attraverso AppStore.
Prima cosa. Il quadrante può essere personalizzato consentendo la visualizzazione dei dati che desideriamo tenere sotto controllo, come i passi percorsi, ecc.ecc. Si può, eventualmente, modificare anche la foto di sfondo ma, personalmente, trovo quest’ultima opzione poco interessante.

Le funzioni che, invece, ritengo più utili sono il conta passi per monitorare l’attività quotidiana, il conta calorie e il cardiofrequenzimetro. Personalmente, però, non ho mai fatto sport con l’orologio al polso. È una cosa che trovo scomoda ma probabilmente moti di voi potranno apprezzare maggiormente tale funzione se effettua attività sportiva con l’orologio al polso. La stessa cosa potrei dire per il monitoraggio del sonno che non ho mai sfruttato perchè dormo solo dopo aver riposto l’orologio sul comodino.

italiamac zetime al polso 620x827 ZeTime, lorologio ibrido di MyKronoz

Più utile, invece, è tutta la parte relativa alle notifiche. ZeTime, infatti, ci fare la possibilità di visualizzare in anteprima chi ci sta chiamando, senza dover guardare l’iPhone, vedere chi ci sta scrivendo i messaggi e visualizzarli in anteprima – che si tratti di applicazioni come Facebook, Twitter, Instagram, Whatsapp, ecc.ecc., essere avvisati sui nostri appuntamenti e sulle sveglie che impostiamo. La cosa interessante è che, quando riceviamo tali notifiche, le lancette si spostano automaticamente in posizione orizzontale in modo tale da permettere una più amplia visualizzazione del monitor.

ZeTime, inoltre, è in grado di rintracciare il nostro iPhone con il servizio Find My iPhone e di controllare a distanza la camera dell’iPhone per scattare le foto e la riproduzione della musica.

Il prezzo del dispositivo è di 199 euro. Non è, insomma, un dispositivo eccessivamente economico ma credo che il prodotto possa interessare quella fascia di utenti che proprio non sopporta i comuni smartwatch ma che si lascia tentare da qualche piccola funzione intelligente o a quegli utenti che non sono disposti a spendere grandi cifre per un Apple Watch. ZeTime rimane comunque un accessorio interessante ma che dubito possa conquistare grandi fette di mercato

ZeTime

199
7.5

Design

7.0/10

Qualità

8.0/10

Prezzo

7.5/10

Pro

  • Materiali
  • Lancette
  • Notifiche
  • Batteria

Contro

  • Prezzo
  • Alcune funzioni
Advertise