Pwn2Own 2010: Due ricercatori sono riusciti a bucare l’iPhone in soli 20 secondi

iphone hack 001 Pwn2Own 2010: Due ricercatori sono riusciti a bucare liPhone in soli 20 secondi

Durante il Pwn2Own 2010 alcuni hackers sono riusciti a bucare un iPhone in solo 20 secondi. Il primo si chiama Ralf-Philipp Weinmann (ricercatore all’Università del Lussemburgo) mentre il secondo e Vincenzo Iozzo (ricercatore presso Zynamics). I due ricercatori (Vincenzo Iozzo è italiano) hanno ricevuto un premio di 15 mila dollari (circa 11.250 Euro). Iozzo e Weinmann hanno sfruttato una pagina appositamente preparata, dalla quale sono stati in grado di sfruttare un bug di sicurezza che consente di rubare il database degli SMS.

Oltre al database degli SMS è possibile rubare anche altre informazioni, quindi il bug è molto pericoloso. Da segnalare che durante l’evento anche Safari, IE8 e FireFox sono stati facilmente bucati, solo Chrome è rimasto in piedi. Naturalmente e da tenere in considerazione che, quasi sempre i prodotti più popolari vengono presi di mira, Chrome ancora detiene una piccola parte del mercato rispetto gli altri browser.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Gabriele D'aquila

x

Check Also

Ecco come Apple stabilisce se il vostro iPhone è in garanzia o meno

Un indiscrezione trapelata e condivisa da Business Insider ieri mostrerebbe le linee guida Apple che stabiliscono se un iPhone può essere riparato in garanzia o meno. Datato 3 Marzo 2017 il documento conosciuto come “VMI” riguarda iPhone 6, 6s e 7, ovviamente anche i modelli Plus ne fanno parte. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati