Playboy per iPad e senza censure, secondo Hugh Hefner, sarà disponibile da marzo

playboy logo Playboy per iPad e senza censure, secondo Hugh Hefner, sarà disponibile da marzo

La famosa rivista Playboy, simbolo dell’erotismo internazionale, è pronta ad approdare nell’App Store, questa volta senza censure.

È quanto affermato da Hugh Hefner, creatore dell’impero di Playboy, in un messaggio postato su twitter ieri pomeriggio.

Lo scorso settembre era stata già rilasciata una versione di Playboy per iPad in App Store, ma per essere utilizzata è stata appositamente modificata e censurata: Apple infatti è ormai nota per non avere mai approvato le applicazioni che mostravano nudità. Tempo fa, l’azienda di Cupertino decise di non approvare di un’applicazione che avrebbe dovuto offrire accesso alla libreria gratuita online del Progetto Gutenberg, perché permetteva di scaricare un e-book che illustrava l’arte del kamasutra.

Una tale rigidità nella politica di approvazione delle applicazioni in App Store ha spesso generato malcontenti: a giugno dello scorso anno infatti, come riportato da The Guardian,  la casa editrice Throwaway Horse si era ribellata per il rifiuto dall’ App Store della storia illustrata Ulysse’s Seen, liberamente tratta dal romanzo Ulisse di James Joyce. In una delle vignette era, infatti, ritratto Ulisse, disegnato senza veli. Tuttavia, dopo alcune accese discussioni, Apple approvò l’applicazione, scusandosi pubblicamente per l’inconveniente e il fraintendimento.

A poche ore di distanza dalla dichiarazione di Hefner, la redazione di Playboy ha inviato un’e-mail di chiarimenti a CNET, confermando il rilascio di una nuova applicazione web che, tramite abbonamento, permette di visualizzare tutte le copie di Playboy in formato digitale; dovrebbe quindi essere possibile visualizzare tutto il catalogo della rivista, dalla prima stampa (che risale al lontano 1953), fino all’ultima edizione attualmente disponibile nelle edicole. Il servizio offerto via web sarà compatibile con l’iPad, e sarà in grado di sfruttare alcune sue caratteristiche.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Maurizio Orani

x

Check Also

È dimostrato! Apple non applica l’obsolescenza programmata

È stata da poco pubblicata una serie di benchmark effettuata su molti device Apple, con la quale si dimostra che l’azienda di Cupertino non applica la strategia aziendale dell’obsolescenza programmata. Una bella notizia per tutti i clienti della Mela ed un colpo basso alla concorrenza. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati