“PassHack”: usare Passbook al posto del jaibreak per nascondere le icone delle app native su iOS 6

passhack PassHack: usare Passbook al posto del jaibreak per nascondere le icone delle app native su iOS 6

Ad oggi il jaibreak untethered sembra lontanissimo, e non tutti vogliono esser vincolati dal Pc/Mac effettuando quello tethered.. Queste motivazioni avranno sicuramente spinto i creatori di questo metodo pubblicato da AppDevice per nascondere le icone delle app native senza hack, ma “passando” per Passbook.

%name PassHack: usare Passbook al posto del jaibreak per nascondere le icone delle app native su iOS 6
Ecco come, in otto semplici passaggi:

  1. Andate all’indirizzo www.cydiahacks.com da Safari del vostro iDevice e cliccate “Get PassHack”
  2. Cliccate su “Add to Passbook”
  3. Una volta caricato il pass, cliccate sul tasto “Add” in alto a destra
  4. Aprite l’app Passbook
  5. Selezionate PassHack e cliccate sulla lettera “i” in basso a destra per leggere tutte le istruzioni per usare al meglio questo hack e i relativi link per nascondere le singole app native
  6. Cliccate sul link dell’app che volete “nascondere”
  7. Cliccate “Install” (ignorate il messaggio di errore del download) e cliccate su “Done”. Ora l’app che avete selezionato avrà ora un’icona di colore grigio
  8. Tenete premuto su tale icona per far comparire la lettera “x” in alto a destra e cliccatevi sopra per eliminarla. Fatto! Potete ripetere questa procedura dal punto 5 e nascondere l’icona di qualsiasi altra app nativa di iOS 6.

 

Questo è il video dimostrativo passo-passo realizzato dallo sviluppatore:

Questo metodo è completamente reversibile in quanto, dopo un semplice riavvio, tutte le icone native ricompariranno nell’ultima schermata.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Eva Pellizzari

Eva Pellizzari è il lato femminile di Italiamac, appassionata di Social Media Marketing, Tecnologia e ovviamente Apple. Online le piace farsi chiamare Eva Starz. E’ costantemente alla ricerca di novità tecnologiche e prova con curiosità tutti i nuovi servizi digitali che compaiono continuamente sulla rete. Eva segue anche i Social Network di Italiamac, la sua carriera conta la collaborazione come Social Marketing Expertise per l’agenzia MacPremium e player di Buzz e Deep Marketing per l’agenzia RealTime. La nostra Eva Starz, oltre ad essere una blogger da diversi anni, è una esperta di contest e non perde occasione per testare le iniziative che ogni giorno vengono lanciate sul web e sui social network per scoprirne metodologie e funzionamenti, avendo sempre le antenne sintonizzate su tutto quello che le aziende propongono in rete.
x

Check Also

Lettera aperta di Tim Cook per scusarsi della qualità di Mappe in iOS 6

Disponibile in versione originale sul sito ufficiale Apple, il CEO Tim Cook si scusa con una lettera aperta ai suoi clienti delusi da Mappe, l’applicazione realizzata dall’azienda di Cupertino in sostituzione a Google Maps. Queste le sue parole, in cui descrive un rammarico per aver rilasciato al pubblico un prodotto non all’altezza delle aspettative e consigliando una serie di possibili soluzioni/applicazioni sostitutive prima del raggiungimento dello standard qualitativo dell’applicazione di default per la navigazione di iOS6: Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati