Presto l’iPhone potrebbe essere proibito nel parlamento tedesco

iPhone vietato al parlamento tedesco 620x241 Presto liPhone potrebbe essere proibito nel parlamento tedesco

In Italia abbiamo visto i peggiori usi di tablet e smartphone in parlamento, da politici che si intrattengono con lunghe sessioni di gioco durante sessioni di voto, ad altri che visitano siti non proprio appropriati sul posto di lavoro, ma la preoccupazione dei tedeschi è tutt’altra: dopo lo scandalo NSA la segretezza ha assunto un’importanza notevole e non c’è da stupirsi del fatto che sia stato reputato opportuno sostituire gli smartphone dei parlamentari con modelli compatibili con funzioni di crittografia.

Sono stati i due principali partiti tedeschi, la CDU e l’SPD, a richiedere drastiche misure di sicurezza per proteggere il traffico telefonico e la scelta di eliminare i device iOS è solo un effetto collaterale: purtroppo il software utilizzato per criptare i telefoni scelto non è compatibile con l’OS di Cupertino.

iOS è un sistema estremamente chiuso, tutte le applicazioni devono ricevere l’approvazione di Apple e di certo non possono essere installate in modo “segreto” senza passare attraverso l’App store, se non essendo sviluppatori o utilizzando un iPhone JailBroken (e nessuna delle due è una soluzione accettabile). In questo caso iOS, costruito per essere più chiuso di Android proprio per ragioni di sicurezza, perde ironicamente il supporto di un’istituzione importante come il parlamento tedesco, proprio per la sua incapacità di aprirsi ad un nuovo sistema di crittografia (non sappiamo esattamente che software sia stato scelto).

D’altro canto iOS integra funzioni di crittografia per iMessage e FaceTime, ovviamente è improponibile utilizzare SOLO questi servizi (e WhatsApp è decisamente da evitare, vista l’enorme quantità di problemi di sicurezza che affliggono il popolare software di instant-messaging).

Questo articolo di Arstechnica  mostra alcune delle vulnerabilità nel sistema di crittografia, vi invito a dargli un’occhiata.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Francesco Barbieri

Francesco Barbieri, fiorentino, si appassiona fin da bambino ai computer, che si diverte a smontare e osservare (e all’inizio distruggere); col tempo impara a conoscerli, ripararli e modificarli, approdando inevitabilmente al Mac. È appassionato di elettronica di consumo, videogiochi e social networking, mantiene un canale YouTube dove discute dei suoi progetti (e inevitabili disastri).
x

Check Also

Il Face ID sarà il nuovo Touch ID nel 2018, parola di Kuo

Tutti gli iPhone che Apple pianifica di rilasciare nel 2018 abbandoneranno il Touch ID a favore del nuovo sensore con riconoscimento facciale Face ID, queste sono le parole dell’analista della KGI Securities, Ming-Chi Kuo. Stando a Kuo Apple introdurrà il nuovo sensore per competere con i dispositivi Android che attualmente hanno implementato un sensore bi-dimensionale non affatto sicuro. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati