Un nuovo bug in Unicode sta facendo il giro del mondo ed è stato rinominato “Black Dot” proprio a causa dell’emoji incriminata. Iniziato su dispositivi Android e diffuso tramite la popolare app di messaggistica WhatsApp l’emoji:  <⚫> 👈🏻 pare affligga anche le attuali versioni di iOS e non solo.

Perchè questo accade? Il segreto è nascosto sotto migliaia di invisibili caratteri Unicode collegati all’emoji sopra riportata che farebbero saturare la CPU fino a far crashare l’app nella quale si è ricevuto il messaggio.

Come dicevo poco sopra, non solo iOS è afflitta da questo problema ma anche macOS lo sarebbe, iniziando a creare swap file di grandi dimensioni (ovvero una volta saturata la RAM inizierà l’allocazione virtuale su disco, chiamata anche Swap).
Non si hanno invece notizie in merito a watchOS e tvOS ma ci aspettiamo che anche lì il problema potrebbe proporsi.

Il bug affligge iOS 11.3 e versioni precedenti, mentre le attuali beta di iOS 11.4 sarebbero immuni. Non è chiaro se Apple rilascerà iOS 11.4 a breve per risolvere anche questo problema o una minor release verrà resa disponibile per risolvere questa falla così per com’è stato con il carattere Indiano.

Cosa posso fare se ho ricevuto il carattere?

Se qualche amico scherzoso vi ha inviato il punto nero incriminato un riavvio del sistema e la chiusura forzata dell’app non sarà sufficiente a risolvere il problema. Se il messaggio è stato ricevuto nell’app Messaggi vi basterà seguire questi semplici passaggi:

  1. Chiudere forzatamente l’app Messaggi
  2. Utilizzare il 3D Touch per invocare la gesture
  3. Premere su “Nuovo messaggio”

A questo punto l’app verrà lanciata, basterà tornare indietro alla lista dei messaggi ed eliminare la conversazione contenete il messaggio malevolo. In alternativa potete andare in un altro dispositivo con iCloud sincronizzato ed eliminare il messaggio da remoto.

Unico è abbastanza complicato e diverso, ecco perchè è difficile alle aziende che sviluppano OS eliminare qualsiasi bug legato al testo e risolvere così qualsiasi problema di performance.

E voi, avete già ricevuto il “Black Dot”? Fatecelo sapere tramite i commenti.

Advertise