Intel investirà 8 miliardi per creare nuove fabbriche capaci di sfornare cpu a 22 nanometri

Intel Wafer 002 Intel investirà 8 miliardi per creare nuove fabbriche capaci di sfornare cpu a 22 nanometri

Intel ha dichiarato che ha intenzioni di investire tra 6 e 8 miliardi di dollari negli Stati Uniti, per creare una nuova fabbrica e aggiornare quelle esistenti. L’investimento permetterà alle fabbriche di avere l’attrezzatura giusta per sfornare le prime cpu a 22 nanometri. L’investimento darà lavoro anche a 8000 mila operari, mentre le assunzioni in Intel saranno di circa 1000 persone.

Il nuovo impianto si chiamerà DX1, è entrerà in funzione solo nel 2013 e sarà situato nell’Oregon, mentre le fabbriche dell’Arizon subiranno degli importanti aggiornamenti strutturali. Intel attualmente sta lavorando per la seconda generazione di processori a 32 nanometri, mentre nella seconda metà del 2011 sarà presentato il primo design a 22 nanometri.

Il presidente e amministratore delegato di Intel, Paul Otellini ha dichiarato: “L’annuncio di oggi riguarda il prossimo passo nell’avanzamento continuo della legge di Moore e un nuovo impegno a investire nel futuro di Intel e negli Stati Uniti. L’impatto immediato di questo nostro investimento di svariati miliardi di dollari riguarderà la creazione di migliaia di posti di lavoro associati alla produzione di un nuovo impianto e all’aggiornamento di altri quattro. In seguito si creeranno ulteriori posti di lavoro nel settore della produzione hi-tech”.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Gabriele D'aquila