10 anni di iTunes

10 anni di iTunes: la rivoluzione continua!

itunes 10 anni di iTunes: la rivoluzione continua!
Il 9 gennaio 2001 veniva lanciata la prima versione del software iTunes che, abbinato al lettore musicale iPod, avrebbe pian piano rivoluzionato il modo di concepire l’acquisto e l’ascolto della nostra amata musica.
L’affascinante scalata di iTunes, lunga 10 anni, è iniziata con la produzione del primo iPod: un lettore MP3 che poteva contenere circa mille brani, la cui gestione e catalogazione era affidata proprio ad iTunes.
Questo primo iPod si è poi evoluto negli anni: corrisponde all’attuale modello “classic”, la cui capacità di 160 GB ci consente di portare sempre con noi ben 40.000 brani. L’indiscusso successo dell’iPod è sancito non solo dal gran numero di modelli attualmente disponibili sul mercato, (coprono davvero ogni esigenza), ma anche dalle cifre delle sue vendite: 280 milioni di dispositivi venduti nel mondo dall’inizio della sua distribuzione ad oggi.
Nel 2003 nasce iTunes Music Store: un negozio online da cui si possono acquistare singoli brani musicali al costo di 0,99 centesimi. In poco più di quattro mesi il Music Store vende 10 milioni di brani, accaparrandosi il consenso delle case discografiche e proponendo finalmente un’alternativa legale al grande problema di quegli anni: il file sharing indiscriminato. Al suo esordio, iTunes Music Store contava 200.000 canzoni disponibili; nel febbraio dell’anno scorso, i download hanno superato i 10 miliardi e i brani disponibili ad oggi sono 14 milioni. Nel 2008 iTunes Music Store ha superato con le sue vendite i negozi “fisici” della catena Wall Mart.
Quando Steve Jobs capisce che la formula di vendita online (grazie anche alle reti Internet che diventano sempre più stabili e veloci) si può applicare anche al campo audiovisivo, iTunes Music Store decide di rinunciare alla parola “Music” nel suo nome: aggiunge alle sue vendite musicali anche i videoclip, i telefilm, i giochi e i film. Attualmente il catalogo di iTunes Store offre 65.000 episodi di serie tv e oltre 10.000 film da acquistare o noleggiare. L’ampia gamma di prodotti Apple (Apple Tv, iPod, iPad, iPhone) ci consente di goderci il nostro spettacolo preferito come e quando vogliamo.
L’ultimo (per ora) passo della scalata è avvenuto nel luglio 2008: Apple aggiunge al suo già fiorente business il mercato delle applicazioni per cellulari. App Store oggi offre ben 300.000 programmi per iPhone, iPad e iPod Touch: ai nastri di partenza ne contava appena 500. Nei primi quattro giorni sono state scaricate 10 milioni di applicazioni e nell’ottobre dello scorso anno i download effettuati erano più di 7 miliardi. Il punto forte dell’App Store è la sua grande varietà di offerta: dai giochi alle applicazioni per la produttività, passando per i social network.
E per il futuro? Apple scommette sull’editoria: sono sempre più numerose le riviste e i quotidiani che decidono che avere la propria applicazione sugli store di Apple è un’opzione non più rimandabile, ma anche il mercato degli iBook e degli audiolibri è in costante espansione.
Man mano che Internet si diffonde, cambia in modo sempre più frenetico il nostro modo di concepire la musica, i video, il divertimento: ed Apple finora è leader indiscussa nel settore, grazie ai prodotti di qualità e grazie alla sua capacità di saper prevedere e capire le richieste dell’utenza. Ci aspettiamo molto da mamma Apple anche per l’immediato futuro.






Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Elisa Furio

x

Check Also

iMyFone D-Port recupera tutti i nostri dati su iOS, iTunes o iCloud

Abbiamo testato per alcuni giorni iMyFone D-Port, il software che permette di recuperare ogni tipo di dato da un dispositivo iOS. Ciò che rende particolare questo programma, è la possibilità di poter svolgere la medesima funzione anche sfruttando i backup di iTunes o quelli salvati in iCloud. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati