iPhone 5S con protezione basata su impronte digitali? Difficile che sia tutto lì

iphone 5 impronte digitali 620x300 iPhone 5S con protezione basata su impronte digitali? Difficile che sia tutto lì

In questi giorni si fa un gran parlare della presenza nell’iPhone 5S di prossima uscita di un lettore di impronte digitali atto a proteggere l’accesso al dispositivo, sicuramente sarebbe un gadget interessante ma vediamo perché, se sarà proprio come anticipato dagli insistenti rumors, potrebbe essere solo una funzionalità per divertire gli amici ma non un vero sistema di sicurezza.

Molto spesso quando leggiamo i consigli per la protezione della carta di credito troviamo una frase il cui significato suona più o meno così: “Non mettete un un post-it con il codice di sicurezza sulla carta!”, questo è del tutto ovvio, se dovessimo perdere il portafoglio, insieme alla carta di credito, un malintenzionato troverebbe anche il codice per usarla, eppure molti lo fanno, altrimenti non sarebbe scritto ovunque di evitarlo. Purtroppo l’elemento umano è il primo elemento di debolezza di qualsiasi sistema di sicurezza.

Se volessimo fare una similitudine tra il codice della carta di credito e ci trovassimo a scrivere le indicazioni di sicurezza per un eventuale iPhone con accesso basato sulle impronte digitali, dovremmo scrivere una cosa tipo: “Dopo ogni utilizzo pulire accuratamente tutte le superfici dell’iPhone con particolare cura al tasto home”, ma questo non basterebbe, si dovrebbe anche aggiungere: “pulite anche ogni altra superficie degli oggetti che avete toccato in casa, in ufficio e nei luoghi pubblici”. Questo perché in sostanza, i nostri dispositivi, e anche i luoghi in cui viviamo, sarebbero ricoperti dal codice di sblocco del nostro iPhone. Questo ci mostra come l’autenticazione basata sulle impronte digitali sia piuttosto problematica, ma il fattore forse più critico è che mentre una password può essere cambiata, le nostre impronte digitali rimangono le stesse per tutta la vita. Le impronte digitali sono forse il modo meno sicuro di proteggere qualcosa.

Per questi motivi possiamo affermare, con un certo grado di sicurezza, che il dispositivo di sblocco di iPhone 5S non può essere un semplice lettore di impronte digitali, ma deve trattarsi sicuramente di qualcosa di più complesso.

Immagine originale tratta da imore.com e modificata da Italiamac

 

Link utili:







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Ivan Gobbo

x

Check Also

QacQoc: L’hub USB-C con HDMI di cui non potrete far a meno

Ci siamo già occupati dell’azienda QacQoc che ha realizzato un pratico hub USB-C con design in grado di adattarsi al sottile spessore dei nuovi MacBook Pro con Touch Bar. L’azienda è tornata alla ribalta con una nuova versione del proprio hub aggiungendo persino una porta HDMI. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati