Recensione: Moleskine e Evernote, il binomio perfetto!

Ormai i detrattori dell’agenda cartacea e quelli dell’agenda virtuale possono posare l’ascia di guerra perché grazie all’incontro di due grandi marchi, Evernote e Moleskine, oggi nasce un nuovo concetto di agenda. Una sorta di agenda virtuo-reale o real-virtuale (per giocare con le parole) che integra perfettamente il mondo della carta a quello delle app. Come questo sia possibile ve lo spieghiamo subito.

%name Recensione: Moleskine e Evernote, il binomio perfetto!

L’agenda mantiene lo stile sobrio a cui, da sempre, Moleskine ci ha abituato. Copertina rigida  nera, carta di qualità raffinatissima e una banda elastica per mantenere chiuse le pagine. Per Evernote, quest’ultima da nera, si colora di verde, il colore dell’app tanto apprezzata dalla rete. La copertina presenta un’elegante incisione del logo e alcuni elementi circolari che si ripetono.

All’interno, le pagine sono praticamente uguali a quelle di una normale agenda 12 mesi, tranne che per alcuni piccoli dettagli che consentono l’interfaccia con Evernote.

moleskine evernote planner 731x300 620x254 Recensione: Moleskine e Evernote, il binomio perfetto!

Sul lato superiore destro di ogni giorno, infatti, è presente un piccolo cerchio da annerire accanto al disegno di una sveglia. Inoltre, nell’agenda troverete alcuni adesivi. Ora capiremo perché.

L’agenda, ovviamente, va usata normalmente. Scriveremo tutto quello che vorremo: appunti, note, appuntamenti. A questo punto, per digitalizzare quanto appuntato, basterà aprire l’app Evernote e scattare una foto della pagina. Ecco fatto!

Se avremo colorato il pallino della sveglia di nero, l’app ci ricorderà quello che dovremo fare nel giorno esatto che avremo scelto. Gli adesivi, invece, servono come tag. La piccola casa indicherà gli appunti per famiglia/casa, il palazzo quelli per il lavoro, l’aereo per gli appunti di viaggio e così via. Inoltre un “tick” verde potrà essere utilizzato per evidenziare le azioni già completate.

In totale, nella agenda, ci sono 4 fogli di adesivi che, forse, sono un po’ pochi per un anno intero. A questa pecca, però, si affianca il grande vantaggio di avere, con l’acquisto dell’agenda, tre mesi di account premium con Evernote. E allora, i pochi adesivi li possiamo anche perdonare.

Personalmente sono da sempre un sostenitore di Moleskine quanto di Evernote. Uso entrambe le agende. Molte volte ho bisogno di scrivere materialmente i miei appunti su carta ma, allo stesso tempo, non potendomi portare sempre dietro l’agenda Moleskine, necessito di una applicazione che mi ricordi cosa fare e quando.

Inutile dire che l’integrazione di Evernote con Moleskine è una delle cose più interessanti che potesse capitare a chi, con il 2015 pieno di impegni, non può fare a meno né del cartaceo, né dello smartphone. E mi viene da pensare che d’ora in avanti, non ho bisogno di nient’altro che della mia Moleskine Evernote. I 35 euro meglio spesi degli ultimi mesi!







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Scaramuzzo

Appassionato di musica e tecnologia, ha già collaborato con diversi magazine online tra cui Extra! e Jazzitalia. “Brasiliofilo” convinto, cura il portale Nabocadopovo, in cui racconta la musica e la cultura brasiliana attraverso video interviste. Collabora con Italiamac da diverso tempo, focalizzando le proprie attenzioni sull’eccellente connubio tra Apple e musica.
x

Check Also

Box Smart Writing Set Moleskine

Scrittura 2.0 con lo Smart Writing Set di Moleskine

Smart Writing Set 229 7.375 Design 8/10 Funzionalità 8/10 Qualità 8/10 Prezzo 6/10 Pro Memoria Pen+ App Facilità d'uso Contro Prezzo Dimensioni taccuino Amazon Chi pensa che usare la penna per scrivere sia un’operazione obsoleta sarà costretto a ricredersi dopo aver provato lo Smart Writing Set di Moleskine, una combo costituita da un bel taccuino, una futuristica penna e un’applicazione eccezionale. Caratteristiche principali di Smart Writing Set Lo Smart Writing Set è costituito sostanzialmente da 3 diversi elementi che lavorano come un unico sistema. Il primo elemento è ...