Android batte l’advertising di iOS

Il sistema operativo di Google supera per la prima volta quello con la Mela nella speciale classifica della pubblicità veicolata. Scopriamone di più in questo articolo di Claudio Tamburrino di Punto Informatico.

 

L’advertising nel primo trimestre del 2015 ha portato per la prima volta più soldi agli sviluppatori di app Android che a quelli di app per iOS.

A riferirlo è il rapporto Mobile Advertising di Opera Mediaworks, società che si occupa proprio di adversiting su piattaforme mobile che ha misurato i dati relativi alle inserzioni ed alle pubblicità veicolate attraverso dispositivi Android e iOS.

Secondo lo studio, che ha analizzato oltre 18mila siti ed applicazioni e 850 miloni di utenti unici, il 2015 ha segnato il sorpasso di Android su iOS per quanto riguarda gli introiti pubblicitari arrivando a valere per il 45,77 per cento del fatturato totale in advertising mobile contro il 45,44 di Apple.

Per quanto Cupertino si trovi ancora evidentemente ad un’incollatura, è la prima volta che il sistema operativo di Google supera in questa speciale classifica i dispositivi equipaggiati con l’OS della Mela, dopo averli già ampiamente superati per quanto riguarda la percentuale di traffico mobile attraverso: il 65,17 per cento delle connessioni mobile è attribuibile a dispositivi Android, contro il 22,34 per cento di iOS.

Per quanto, infatti, pubblicità e traffico sembrano avere una correlazione diretta, finora la capacità di monetizzare il successo di pubblico aveva premiato Apple, che resta ancora prima per quanto riguarda la propensione alla fruizione di video, la capacità di veicolare le pubblicità video e per quanto riguarda gli introiti generati da App Store rispetto a Google Play (che a suo favore ha però un maggior numero di download).

 

ccpi Android batte ladvertising di iOS
Questo articolo viene pubblicato in licenza Creative Commons, potete consultare l’originale di Punto Informatico in questa pagina.

Foto di apertura tradda da qz.com







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Punto Informatico

Punto Informatico è il più autorevole quotidiano di informazione su Internet e Tecnologia in Italia dal febbraio del 1996. Edito da De Andreis Editore S.r.l. a socio unico, Gruppo Edizioni Master S.p.A.. Italiamac ripubblica le notizie di P.P sotto licenza Creative Commons.
x

Check Also

Rivestimento anti-riflesso danneggiato? Apple lo ripara gratuitamente su MacBook Pro 2013-15

Apple ha esteso la garanzia sul rivestimento anti-riflesso dei modelli di MacBook Pro con display Retina acquistati tra il 2013 e il 2015. Pare che l’azienda di Cupertino abbia informato i centri riparazione che i MacBook Pro acquistati da quattro anni fa a questa parte potrebbero essere difettosi e che a tal proposito offriranno il ripristino del rivestimento anti-riflesso gratuitamente.  Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati

Loading...