Google supporta Apple nella battaglia contro l’FBI

Google ed Apple non vanno molto d’accordo, ma in materia di criptatura e dati sensibili si uniscono formando un’alleanza ineguagliabile.
Oggi il CEO di Google, Sundar Pichai ha rilasciato diversi tweet a supporto della decisione di Apple presa da Tim Cook con la lettera rilasciata sul suo sito internet

“Costringendo le azienda ad abilitare l’hacking si potrebbe compromettere la privacy degli utenti,” ha twittato Pichai, riferendosi al post di Cook.  Ha inoltre affermato che l’apertura di una back door potrebbe essere “preoccupante”.

Qualcosa mi dice che nei prossimi giorni vedremo altre aziende della Silicon Valley che si schiereranno a favore di Apple, ma la mia domanda principale è: quante di queste non caleranno la testa all’FBI fornendo un modo per entrare nei dispositivi altrui?

Immagini tratte da CultOfAndroid







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Messineo

Studente in Informatica presso l'Università di Palermo è sempre stato, fin da piccolo, appassionato al mondo tecnologico e soprattutto alla programmazione. Amante dei prodotti Apple, li conosce da cima a fondo, partendo dal software per finire all'hardware.
x

Check Also

Apple spiega dettagliatamente come funziona il Face ID di iPhone X

Apple ha rilasciato un documento molto dettagliato, ben sei pagine, chiamato “Face ID Security” in vista del lancio di iPhone X a Novembre. Nel documento di sicurezza Apple spiega come il riconoscimento facciale tramite Face ID funziona e quanto il sistema biometrico sia sicuro e quali problemi potrebbero avere gli utenti nell’utilizzo dello stesso. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati

Loading...