Nuove immagini mostrano le condizioni di vita nelle fabbriche Apple

Raramente si riesce a penetrare dentro le fabbriche Cinesi di iPhone e quando si riescono ad avere immagini dall’interno si riscontrano ambienti cupi e condizioni di vita pessime, differentemente da quanto l’azienda di Cupertino afferma nei suoi comunicati stampa e tramite i mass media. Le deprimenti immagini rivelano le anguste stanze nelle quali, fino a 12 lavorati di Pegatron, dormivano ogni notte, le sporche sale da pranzo in cui mangiavano e i disgustosi bagni in cui si lavavano.

Apple è stata spesso criticata in quanto accusata di aver chiuso un’occhio sulle disumane condizioni dei lavoratori delle aziende manifatturiere di iPhone, iPad ed altri dispositivi, lavoratori i quali effettuavano fino a 12 ore di lavoro per sei giorni la settimana con un salario di soli $360 al mese.

Apple, dal canto suo, afferma che sta facendo molto per migliorare le condizioni di vita dei lavoratori delle sue supply chain. Ha inoltre assunto alcuni investigatori per controllare l’effettivo stato delle aziende.

Ma pare che non sia stato sufficiente e grazie a Daily Mail siamo riusciti a dare uno sguardo, dall’interno, alla fabbrica recentemente abbandonate di Pegatron a Shangai, nella quale i lavoratori vivevano in condizioni scioccanti.

Quando la produzione di dispositivi aveva raggiunto l’apice del successo, 6.000 lavoratori erano stipati nei dormitori, dalle 8 alle 12 persone dormivano in piccoli letti a castello. Nessun bagno privato, ogni lavoratore si docciava accanto ad altri 20 propri colleghi.

In alcuni bagni, pozze di acqua verde giacevano sul pavimento e la muffa copriva le pareti ricoperte di scritte con le regole che i lavoratori avrebbero dovuto seguire.

schermata 2016 05 11 alle 22.52.26 Nuove immagini mostrano le condizioni di vita nelle fabbriche Apple

“Ad Apple, siamo profondamente impegnati a fare in modo che tutti nella nostra catena di montaggio vengano trattati con la dignità e il rispetto che meritano,” si legge nella lettera di Jeff Williams COO di Apple.

“Il nostro team lavora duramente per alzare il livello anno dopo anno delle condizioni di lavoro, offrendo opportunità educative, migliorando le condizioni di vita e proteggendo i diritti umani.”

Pegatron possiede 50.000 impiegati e continuano ad assemblare prodotti per Apple. A causa della diminuzione della produzione, l’azienda che abbiamo visto nel video ha dovuto chiudere. Le immagini sono state catturate circa 8 settimane dopo dalla chiusura e dipingono un quadro piuttosto accurato delle condizioni attuali.

Apple e Pegatron hanno permesso l’accesso alle telecamere ma è la prima volta che siamo riusciti ad intravedere le condizioni dei dormitori. Pegatron conferma che le condizioni offerte sono in linea con i codici di condotta dei propri clienti, mentre Apple non ha offerto alcun commento.

Se desiderate vedere più immagini o leggere qualche dettaglio in più vi re-indirizziamo al sito di Daily Mail.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Messineo

Studente in Informatica presso l'Università di Palermo è sempre stato, fin da piccolo, appassionato al mondo tecnologico e soprattutto alla programmazione. Amante dei prodotti Apple, li conosce da cima a fondo, partendo dal software per finire all'hardware.
x

Check Also

Far riparare lo schermo di iPhone non invaliderà più la garanzia

Come ben sappiamo, far riparare lo schermo del nostro iPhone in centri di riparazioni di terze parti ha sempre invalidato la garanzia dello stesso facendo così rifiutare da Apple la sostituzione anche se fuori garanzia. Stando ad un documento interno distribuito ieri da Apple stessa e confermato da MacRumors questa condizione sarebbe cambiata. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati