PanGu rilascia ufficialmente la versione internazionale del jailbreak per iOS 9.2-9.3.3. Scopri come effettuarlo

Il PanGu Team, dopo aver rilasciato il suo jailbreak per iOS 9.2 – 9.3.3 in Cina e Giappone, ha oggi finalmente annunciato che la versione internazionale è pronta per essere scaricata dal proprio sito web.
Nonostante sia un jailbreak differente dalle precedenti versioni, nessun tool è stato rilasciato ma è stata fornita una guida per effettuare lo sblocco dei propri device. 

Come vi avevamo già anticipato la scorsa settimana, il jailbreak di iOS 9.2 – 9.3.3 è disponibile per soli dispositivi a 64-bit ed è uno sblocco di tipo semi-tethered ovvero che ad ogni riavvio sarà necessario aprire un app dal proprio iPhone o iPad per far tornare funzionante Cydia ed i tweak installati.

Requisiti:

Guida:

  1. Decomprimete Cydia Impactor, precedentemente scaricato, ed apritelo
  2. Connettete il vostro dispositivo iOS al computer
  3. Trascinate adesso l’IPA in Cydia Impactor
  4. Fate click su OK per continuare
  5. Vi verrà adesso richiesto di inserire il vostro ID Apple (inseritelo con tutta tranquillità servirà a firmare l’IPA per l’installazione)
  6. Inserite adesso anche la vostra password
  7. Cydia Impactor effettuerà tutta la procedura del caso e se tutto dovesse essere andato bene troverete una nuova app installata sul vostro iDevice
  8. Recatevi dal vostro iPhone o iPad in Impostazioni–>Generali–>Gestione Dispositivo e troverete adesso un riquadro con il vostro ID Apple. Fate tap su di esso e successivamente fate un altro tap su “Autorizza”.
  9. Tornate alla Home, aprite la nuova app PanGu
  10. Cliccate sul pulsante “Start” ed il processo sarà automaticamente avviato sul vostro dispositivo

NOTA IMPORTANTE:

L’app di Pangu sarà disponibile sul vostro dispositivo per 7 giorni, superati i quali l’app non funzionerà più e dovrete nuovamente seguire questa guida per ri-certificare l’app. Noi di Italiamac vi consigliamo, una volta effettuato il jailbreak, di aggiungere la repo su Cydia: https://cydia.angelxwind.net/ e successivamente installare il pacchetto: AppSync.
Per ovviare al problema dei 7 giorni è possibile farsi registrare il proprio UDID, solitamente costa meno di €5, in questo modo avrete la possibilità di mantenere l’app sul vostro dispositivo per un anno senza doverla ricaricare ogni settimana.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Messineo

Studente in Informatica presso l'Università di Palermo è sempre stato, fin da piccolo, appassionato al mondo tecnologico e soprattutto alla programmazione. Amante dei prodotti Apple, li conosce da cima a fondo, partendo dal software per finire all'hardware.
x

Check Also

Def Con 25: Mostrato il jailbreak di Apple Watch

Jailbreakers di tutto il mondo accorrete, se pensavate che watchOS fosse più sicuro di iOS vi sbagliate. Alla Def Con 25 l’hacker Max Bazaliy del Fried Apple Team ha mostrato il jailbreak di watchOS 3 sul suo Apple Watch. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati