Il mondo dell’innovazione si riunisce a Rimini per una fiera internazionale di settore con grandi ospiti e numerosi momenti di networking, per costruire insieme il futuro. Organizzata da Search On Media Group, il WMF – We Make Future prevede oltre 100 eventi, 600 tra ospiti e speaker, 77 stage tra sale formative e open stage, partecipanti ed espositori provenienti da più di 26 Paesi, più di 250 espositori nell’area fieristica, oltre a un intero padiglione dedicato a startup e investitori italiani e internazionali. Anche quest’anno Italiamac e FvgTech sono media supporter ufficiali del festival. Sul Mainstage attualità e trend del futuro con personaggi del calibro di Linda Sarsour, Nicola Gratteri, Pif, Andrea Scanzi, Federico Faggin, Stefano Quintarelli, Alan Friedman, Nino Cartabellotta, Mimmo Lucano, Giuliano Pisapia. Tanti gli eventi del mondo dello spettacolo tra concerti e set live con Irama, e Roy Paci. Da segnalare numerose presenze istituzionali all’interno di Future of Italy, per discutere del futuro e della crescita del nostro Paese.

Tre giorni di condivisione, confronto e dialogo, per un Festival dell’innovazione che si conferma il punto di riferimento internazionale per la costruzione di un futuro equo e sostenibile. La decima edizione del WMF – il più grande Festival sull’Innovazione Digitale del Pianeta, scalda i motori con oltre 100 eventi e un parterre di ospiti e speaker mai così denso. Un evento grandioso con cui l’Italia si presenta sul palco mondiale consapevole di poter dare un contributo determinante per la cooperazione internazionale all’insegna dell’innovation diplomacy.

L’appuntamento è il 16, 17 e 18 giugno presso la fiera di Rimini, nuova  location della manifestazione organizzata da Search On Media Group e che vede Main Sponsor dell’evento la Regione Emilia-Romagna.  L’evento è patrocinato dalla,  Regione Emilia Romagna, Comune di Rimini, Comune di Bologna, Agenzia Spaziale Italiana, Sport e Salute Spa, Clust-Er.

Link utili

Un intero padiglione ospiterà il World Startup Fest, evento dedicato al mondo startup, scaleup e a investitori ed incubatori pronti ad incontrare nuove aziende e le loro idee innovative. Numerose le delegazioni di investitori e startup presenti da Croazia, Grecia, Repubblica Ceca, Spagna, Francia, Libano, Iraq, Egitto, Arabia Saudita, Serbia, Polonia, Israele e Portogallo. L’evento, divenuto nel tempo il punto di riferimento internazionale del settore, ospiterà infatti oltre 300 tra startup e investitori nazionali ed internazionali in uno spazio dedicato ai pitch delle startup e all’incontro sia a livello B2B che per i visitatori presenti in fiera. Attesissima inoltre la Finale della Startup Competition Internazionale più grande d’Italia – condotta anche quest’anno da Cosmano Lombardo e Diletta Leotta –  che vedrà sfidarsi 6 progetti inn

ovativi che si contenderanno gli 800.000 Euro di montepremi in palio. La vincitrice e altre 2 startup inoltre voleranno al Disraptors Summit di Praga. Da segnalare infine, all’interno di Scaleup for Future, la presenza di Roboze, azienda italiana selezionata come Technology Pioneers dal World Economic Forum.

Sul Mainstage – palco principale del WMF – attesa per la Cerimonia di Apertura che si terrà giovedì 16 giugno alle ore 9:45 in cui sono attesi ospiti e artisti a sorpresa. Durante la tre giorni  saranno affrontati argomenti di attualità e individuati i trend del futuro con un folto parterre di ospiti provenienti da tutto il mondo tra cui Nicola Gratteri e Pif che parleranno di lotta alla mafia, e ancora Linda Sarsour, Andrea Scanzi, Federico Faggin, Stefano Quintarelli, Alan Friedman, Nino Cartabellotta, Siyabulela Mandela, Pupi Avati e Alessio Cremonini, regista di “Sulla Mia Pelle”. A presentare il Festival nella prima giornata la russa Natasha Stefanenko e l’ucraina Anna Sanfroncik, per un messaggio di pace e condivisione che sarà lanciato direttamente dal palco del WMF.

“We Make Future è un acronimo che pone un’attenzione concreta sui giovani, sull’innovazione e sul futuro: 3 keyword di cui oggi abbiamo davvero bisogno” ha spiegato Stefano Quintarelli, intervenuto nella conferenza stampa di lancio del WMF. “Sono onorato di essere presente sullo stesso palco che ospiterà Federico Faggin, poco noto ai più ma inventore della tecnologia che ha dato il via alla microelettronica”.

“Questa edizione è il punto di atterraggio dell’Innovation plan, il progetto avviato dopo i due anni di pandemia per diffondere l’innovazione in giro per il mondo e nei piccoli centri italiani. Durante la tre giorni ci saranno come parte attiva tutte gli attori con cui si è lavorato durante l’anno, la Vallata dell’innovazione come l’abbiamo ribattezzata” ha commentato Cosmano Lombardo, ideatore e Chairman del WMF. “Sarà una festa all’insegna del futuro, della formazione, della cooperazione, della pace e della sostenibilità. Lavoriamo costantemente per la costruzione di comunità aperte ed inclusive, per un futuro migliore, dove giovani, tecnologia e innovazione lavorano insieme”.

Vassili Casula, del Ministero della Cultura: “Il Ministero partecipa per il terzo anno al WMF, con la consapevolezza che si tratta di una realtà che può favorire il dialogo sui temi del digitale e tecnologia fra pubblico e privato, che non deve sovrapporsi né sostituire ma deve dialogare con lo Stato per la salvaguardia del patrimonio culturale italiano. Il WMF è vetrina adatta a questo scopo”.

“L’acronimo del WMF, We Make Future, rappresenta lo spirito della nostra attività quotidiana; ci occupiamo di rendere accessibili tutti i prodotti che fanno parte del palinsesto RAI” ha spiegato Maria Chiara Andriello di Rai Pubblica Utilità. “Il Futuro possibile è solo quello in cui l’accessibilità viene messa al centro”.

Da segnalare anche il panel “processo a Mimmo Lucano” alla presenza dei due avvocati dell’ex sindaco di Riace, Giuliano Pisapia e Andrea Daqua. Sempre sul Mainstage ampia rappresentanza del mondo dei Creators con influencer, streamer e TikToker: tra gli ospiti Camihawke, Giorgia Soleri, Mattia Stanga, Maria Cafagna, Raissa & Momo, i Sansoni e tanti altri.

“ Il nostro futuro corre sul web – sottolinea Andrea Corsini, Assessore Regionale al Turismo dell’Emilia Romagna – anche quello del turismo. Oggigiorno la vacanza è decisa e fruita sugli smartphones e l’Emilia Romagna negli anni è riuscita a costruirsi sulla rete un’identità forte e altamente attrattiva come destinazione di vacanza, prima grazie al progetto Blogville, avviato nel 2012 e successivamente con l’attività dei canali social della Promozione Turistica Regionale. Saremo presenti all’importante appuntamento del Festival con una ricca suggestione legata alle nostre Data e Motor Valley, con i nuovi progetti promozionali sul canale TikTok della Regione e sui Borghi, e con i video che ci hanno fatto conoscere ed apprezzare sul web da milioni di utenti. Buon lavoro a questa edizione del WMF che si preannuncia ancora più ricca e coinvolgente delle precedenti”.

delegazioni di investitori e aziende straniere provenienti dai paesi del G20 come Francia, Germania, Regno Unito, Paesi Bassi, Turchia, Israele, Spagna, con investitori pronti ad incontri B2B e a sostenere nuove idee di business con imprese e startup del WMF.

Per permettere ai partecipanti di organizzare al meglio la propria partecipazione al WMF sono a disposizione diverse tipologie di ticket: oltre al classico Full ticket, che permette di prendere parte a tutti gli eventi del WMF, compresi quelli formativi, vi sono il Fiera ticket, con accesso all’area fieristica, a 21 open stage, allo Startup District e i momenti musicali, e il Visitor ticket, che,

permette di assistere a tutti gli eventi che si tengono in fiera, tranne che alle sale formative.

Per potenziare il networking inoltre è stata ottimizzata la piattaforma dedicata ibrida.io, con cui sarà possibile, per tutti i partecipanti e le aziende, fissare meeting e contattare le persone.

Link utili

Advertise
Italiamac is one of Italy’s leading Mac communites, officialy recognised by Apple as an Apple User Group. Established in 1996, it has flourished into the biggest Apple-related news site in Italy. With the forum having produced over 5 million posts from nearly 100,000 members, there aren’t many places better than Italiamac to discuss and promote your Apple-related business, services, and opinions in Italy

TU COSA NE PENSI?