Drevo: l’SSD economico per dare nuova vita al vostro Mac

Drevo SSD

111
Drevo SSD
7.75

Design

8/10

    Qualità

    7/10

      Funzionalità

      8/10

        Prezzo

        9/10

          Pro

          • Economico
          • Capiente
          • Qualità dei componenti interni

          Contro

          • Mancano informazioni sul lungo periodo
          • Memorie TLC

          Drevo è una poco nota marca che produce accessori per PC come tastiere ed SSD con prezzi davvero molto bassi.

          drevo-logo

          Specialmente sui i Mac più vecchi, la sostituzione del disco rotazionale (HDD) con un più performante disco a stato solido (SSD) può donare nuova vita al computer.

          I prezzi di un SSD sono molto vari, in base a quale fascia del mercato andiamo a posizionarci e le specifiche di questi dischi.

          Nel mio caso, trattandosi di un vecchio MacBook Pro del 2010, usato come mac secondario, ho preferito una soluzione economica e capiente, in modo da avere un deciso aumento delle performance e un quasi raddoppio della capacità senza spendere troppo.

          Visto il prezzo per l’ SSD Drevo  X1 da 480GB (108 €) ho deciso di provarlo. Quando è arrivato non mi aspettavo nulla di straordinario, visto il prezzo pensavo arrivasse in un’anonima scatola senza troppi fronzoli, mi sbagliavo.

          drevo-ssd-2

          L’ssd arriva in una scatola ben rifinita, all’interno troviamo solo l’SSD, le viti per il fissaggio vanno recuperate dal disco che è montato sul Mac.

          drevo-ssd-5

          Una volta aperto il Mac (per sapere come aprire il tuo Mac, consulta il manuale delle istruzioni), il disco è facilmente riconoscibile.

          mac-aperto

          La procedura dettagliata di ogni passaggio sa seguire, la trovate su iFixit, cercando il vostro modello; non dovrebbe essere una procedura lunga, in 10 minuti si conclude; dal momento che dovrete aprire il Mac, conviene dare una pulita dalla polvere che, specialmente se è la prima volta che lo pulite, si è accumulata sulla (o sulle) ventole per il raffreddamento.

          Una volta montato l’SSD Drevo è necessario installare il sistema operativo, per farlo bisogna prima creare una chiavetta avviabile con il sistema operativo scelto, inserirla nel mac, avviare da chiavetta (premere alt all’avvio), formattare il nuovo disco (Mappa di partizione GUID) e installare il Sist. operativo.

          Il disco supporta il Trim, funzione che permette di “allungare” la vita del disco, trattandosi di un disco non apple, per abilitarlo è necessario l’uso di qualche programma come Trim Enabler o altre procedure come questa.

          schermata-2016-12-23-alle-15-37-00

          Il disco ospita memorie Hynix di tipo TLC, economiche e meno durevoli delle MLC usate, di solito, sui dischi di fasci alta;  le componenti interne solo le stesse usate dai più noti SanDisk entry level.

          La durata di un SSD ai giorni nostri è un fattore trascurabile, prima infatti che sia necessario sostituirlo, molto probabilmente, avremo già sostituito il Mac.

          Non ho avuto problemi tirante l’istallazione, e a tutt’oggi (dopo circa tre mesi di utilizzo) il disco è ancora in perfetta salute.

          L’SSD Drevo X1 non è niente male visto il prezzo e le performance che offre; dichiara velocità in lettura di 550 MB/s e in scrittura di 470; testandolo su un pc con porte SATA3, la velocità in scritture  è leggermente inferiore: poco più di 400 MB/s mentre quella in lettura conferma quanto dichiarato.

          Ripetendo il test sul MacBook Pro, dotato di porte SATA2, i risultati sono notevolmente inferiori: 217/185  che restano comunque di gran lunga superiori a quelli del disco meccanico di serie, che essendo anche  SATA 1  si attestava a velocità di circa 50/30 in lettutra/scrittura.

          La differenza si nota, il Mac infatti si accende in 10-15 secondi a fronte del minuto circa con il disco di serie; anche l’apertura delle applicazioni è pressoché immediata.

          Il costo nel momento in cui scrivo è di circa 111€, circa 20€ in meno rispetto ad un disco di pari fascia e capienza ma di marche più note.

          Drevo-header-ssd

          Un disco a stato solido oltre alla velocità ha anche altri vantaggi come il minore consumo energetico (che aumenta quindi la durata della batteria se si usa un portatile), l’assenza di parti in movimento lo rende silenzioso ed inoltre lo rende immune dalle rotture dei piatti dei dischi a seguito di forti cadute (sperando che non avvengano mai) o dai danni che un brusco movimento improvviso può causare (se non si ferma il disco).

          Questo SSD è comodo per dare nuova vita ad un vecchio Mac senza spendere troppo, e con i 15-20€ risparmiati si può comprare un case esterno per il vecchio disco e continuare ad usarlo come supporto esterno.

          Il controller utilizzato è lo stesso impiegato in prodotti di altre marche più note come SanDisk o Adata, le memorie invece sono fornite da Hynix, nota azienda sud coreana che produce chip di memoria utilizzati in diversi dispositivi, quindi affidabile.

          ssd-drevo

          Se dovete usarlo come disco del mac principale, è meglio ricorrere ai dischi Crucial, più affidabili e con un ottimo supporto tecnico, se invece è per un computer secondario o comunque i dati sul Mac non sono così importanti, allora l’SSD Drevo potrebbe essere la scelta giusta. Non lo consiglio su un mac principale non perché non sia affidabile, ma perché essendo una nuova marca mancano informazioni nel lungo periodo e il produttore non fornisce molte informazioni importanti riguardo al tipo di memorie utilizzate (per saperlo è necessario aprire il disco), informazioni riguardo la vida media del prodotto e tutte quelle utility, presenti nei dischi dei più noti produttori, come ad esempio quelle per l’aggiornamento del firmware, mancano anche opinioni in merito al servizio clienti sui problemi che inevitabilmente possono affliggere gli SSD.

           







          Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


          Francesco Scattolini

          Da sempre appassionato di tecnologia, ha collaborato con diversi blog ed ora fa parte del team di Italiamac. Il mondo Mac dapprima respinto è diventato parte della sua quotidianità e lo resterà ancora per molto, molto tempo.
          • Bob Sol

            Ciao, spero tu possa rispondermi! Come va questo SSD? si sa qualcosa sul lungo termire oppure tu sai dirci qualcosa in merito?

          x

          Check Also

          Alla prova Orico 2518S3, enclosure per dischi da 2,5″

          ORICO 2518S3 €16,99 8 Design 8/10 Qualità 8/10 Velocità 8/10 Prezzo 8/10 Pro USB 3 Esterno in alluminio Prezzo Contro potrebbe scivolare Amazon La sostituzione del disco rigido del vostro Mac con un ssd è capace di donare nuova vita, tuttavia si presenta il problema di casa fare con il vecchio disco: ORICO ha la soluzione! Di case esterni per hard disk se ne trovano di tutti i tipi e per tutte le tasche, ogni uno con diverse caratteristiche ma bene o male fanno tutti ...

          Pin It on Pinterest

          Share This