Ieri Apple ha presentato i nuovi MacBook Pro e MacBook Air da 13″ equipaggiati con la nuova CPU “Made in Cupertino” chiamata M1. Alla fine della presentazione una domanda ci attanagliava… Se i notebook montano lo stesso chip, qual’è la differenza tra i due modelli? La risposta è semplice. La ventola!

La ventola, esclusiva di MacBook Pro farebbe veramente la differenza e vi spieghiamo perchè.

È particolarmente divertente notare come il MacBook Air, che dovrebbe essere il notebook più leggero e portatile rispetto al Pro, continui a essere più spesso del MacBook Pro da 13″ e addirittura senza ventola.

Qui sotto trovate il paragone tra i due portatili del 2020:

MacBook Air
MacBook Pro

Ma allora, perchè questa benedetta ventola farebbe la differenza? Secondo quanto abbiamo appreso dai colleghi di The Verge, le CPU di oggi sarebbero più performanti se raffreddate. Quindi, una CPU più “fresca” riuscirebbe a generare più potenza più a lungo.

Cosa significa questo? Che il MacBook Air senza ventola, dovrà diminuire la sua potenza per non far surriscaldare troppo la CPU durante task molto pesanti, mentre il Pro non farà una piega perchè piuttosto che diminuire la potenza, accenderà la ventola per raffreddare la CPU.

Quindi potremo avere una potenza di picco più a lungo sui MacBook Pro rispetto ai MacBook Air.

Vi abbiamo convinto? Fatecelo sapere tramite i commenti.

Advertise

1 commento

  1. In realtà l’Air è più leggero del pro, ed ha anche un “volume” minore… è solo leggermente più alto nella parta posteriore, ma molto più sottile davanti (il Pro invece ha uno spessore uniforme).
    Al di là di questo, l’Air base ha anche un core in meno sulla GPU, mentre l’altro modello praticamente costa come il Pro ma è senza Touchbar.
    Comunque si, riguardo il discorso della ventola ci hai convinto, ed è anche ragionevole… io, più che altro, voglio capire cosa faranno sugli altri Mac: multi-M1? M1-Bionic con il doppio di core? Altro?

TU COSA NE PENSI?