Il Soldi di Apple? Ovviamente in Banca!

stevejobsapple Il Soldi di Apple? Ovviamente in Banca!

Nel nostro paese, quando una società chiude l’anno e nel bilancio ci sono “utili“; ogni azionista o socio si aspetta una quota di questi introiti, almeno che, in fase di consiglio non si reinvesti sul mercato questo capitale con l’intento di migliorare l’azienda. In Apple Inc. questo non accade! L’azienda di Cupertino, oggi, detiene una “montagna” di dollari nelle proprie banche, soldi “cash” che sono pronti all’uso. La liquidità di Apple ammonterebbe, secondo alcune stime, a quasi 50 Miliardi di Dollari; questo denaro “contante” è ben protetto da Steve Jobs e Soci in quanto la loro visione è diversa da molti analisti.

Tornando un po’ indietro nel tempo, Apple Inc. non se la passava per niente bene, era quasi sull’orlo della banca rotta, quando Steve Jobs rientra in azienda e prende in mano il comando, si ritrova un’azienda in crisi e priva di idee. Sappiamo tutti come è andata e, possiamo dire che oggi Apple è tra le 50 aziende mondiali con più “cash” nelle proprie casse. Molti si chiedono: perché Jobs e Soci non dividono gli utili tra gli azionisti? il motivo e presto detto.

apple soldi Il Soldi di Apple? Ovviamente in Banca!

Secondo le stime, il fatturato di Apple è aumentato, nell’ultimo trimestre, del 75% di cui; il 50% proviene da mercati esteri. Secondo le leggi Americane le tasse pagate su introiti provenienti dall’estero sono minori rispetto a quelle che arrivano dal territorio statunitense, quindi se la Apple decidesse di dividere gli utili societari, gli azionisti; per lo più americani, si ritroverebbero a pagare delle tasse salatissime. Infatti osservando i conti dell’azienda di Cupertino si nota come il fatturato e, di riflesso, gli introiti aumentino; mentre le tasse pagate diminuiscono. Avere un capitale così elevato porta l’immagine della Apple a livelli storici, basti pensare che ha superato anche la Microsoft; questa montagna di denaro ha i suoi effetti anche sulla “fiducia” che hanno gli azionisti nelle quote AAPL, dandogli maggiore tranquillità. Insomma tenere i soldi in banca e averli sempre pronti, porta molto più denaro che averlo e dividerlo tra gli azionisti; anche in questo Steve Jobs & Co. hanno visto bene.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Andrea Parisi

Andrea Parisi è utente Apple da oltre 8 anni e ama l'affidabilità dei dispositivi made in Cupertino. Utilizza giornalmente il suo MacBook Pro e lo sfrutta fino al limite assieme ad iPhone e iPad. E' orgoglioso del suo iPod 2G che ancora oggi funziona perfettamente: una delle "magie" della casa della mela "morsicata". E' affascinato dal Mondo Google e infatti lo preferisce ad iCloud di Apple reputandolo più produttivo e professionale Si occupa di "Comunicazione Web e Marketing" ed è appassionato di tecnologia a 360°.
x

Check Also

Rivestimento anti-riflesso danneggiato? Apple lo ripara gratuitamente su MacBook Pro 2013-15

Apple ha esteso la garanzia sul rivestimento anti-riflesso dei modelli di MacBook Pro con display Retina acquistati tra il 2013 e il 2015. Pare che l’azienda di Cupertino abbia informato i centri riparazione che i MacBook Pro acquistati da quattro anni fa a questa parte potrebbero essere difettosi e che a tal proposito offriranno il ripristino del rivestimento anti-riflesso gratuitamente.  Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati

Loading...