Il video concept di iPhone 5 con interfaccia olografica sta facendo scalpore, su YouTube ha già quasi 6 milioni di visualizzazioni. L’idea è stuzzicante e ci fa sognare il futuro dei nostri amati dispositivi mobili con la mela. Ma forse non tutti sanno che già nel 2005 l’area Research di Apimac aveva “predetto” questo tipo di interfaccia per i nostri Mac, aprendo di fatto un vasto seguito di entusiasti lettori.

Nel concept di Apimac intitolato “Holographical User Interface” si legge che uno dei limiti più importanti della tecnologia sono le dimensioni dei display, che spesso e volentieri non sono mai abbastanza per lavorare in modo comodo. Ma non solo, l’interessante articolo del 2005, sviscera anche interessanti argomenti sull’interazione umana con le macchine.

Il video dell’iPhone 5 che sta spopolando in questi giorni, fa tornare in auge il “trattato” di Apimac che già 6 anni fa aveva applicato questa interfaccia virtuale ai nostri Mac, per una nuova vita futuribile dei dispositivi informatici, che così si slegherebbero dai limiti fisici dei pixel.

In questa pagina l’articolo di Apimac

Advertise