tim cook ceo of apple 580x346 Il Time descrive Tim Cook e ne traccia il profilo

Il Time ha inserito Tim Cook fra i candidati delle Persone dell’Anno per il 2012 e per l’occasione ne traccia un profilo accurato. In questo articolo Melablog ne fa un sunto e ne traduce le parti salienti. Il piazzamento del CEO di Apple è al secondo posto, battuto dal presidente USA Barack Obama. Ma è comunque un risultato eccellente, visto che al primo posto c’è quello che viene in genere definito “l’uomo più potente del mondo libero”.

Come si legge su Melablog – il carattere di Cook è un buon connubio tra una “calma contegnosa” e una “focalizzazione intensa,” in grado di infiammare i cuori quando occorre spronare, ma capace di placare i collaboratori se gli animi si infiammano – e probabilmente non è difficile essere daccordo.

Non viene dimenticato però che al momento Cook sta gestendo l’eredità del compianto Jobs grazie a prodotti nati principalmente dalla mente dell’iCEO per antonomasia. Quindi ci si aspetta da Tim di essere un buon traghettatore della mela, dovrà perciò portare Apple nel nuovo mondo post-Steve, affrontando le sfide che il futuro prossimo saprà proporre.

Vi rimandiamo quindi all’articolo degli amici di Melablog per scoprire altri dettagli su Tim Cook.

Advertise