whatsapp 01 Whatsapp introdurrà la tassa di abbonamento entro la fine del 2013

Con i suoi 17 miliardi di messaggi trasmessi tutti i giorni Whatsapp è ormai entrato nella nostra routine come alternativa ai classici sms.

Utile, comoda, semplice, largamente diffusa anche su piattaforme diverse da iOS ci permette di risparmiare tantissimi soldini per l’invio di messaggi di testo e immagini. Pensate che per inviare una fotografia ad un amico, tramite i tradizionali mms, dovremmo spendere in media 0,50/0,70€. Ma Whatsapp ci ha abituato a non spendere più un centesimo, facendoci prediligere e sfruttare la nostra connessione dati per lo scambio.

Whatsapp screenshot Whatsapp introdurrà la tassa di abbonamento entro la fine del 2013

Qualcosa però sta per cambiare. Entro quest’anno, infatti, Whatsapp diventerà gratuita sull’ App Store, ed introdurrà l’abbonamento annuale ai nuovi utenti di $ 1/anno, in pratica come già avviene con Android, BlackBerry, Windows Phone e Nokia. Oggettivamente niente di così sconvolgente, soprattutto se si pensa al risparmio reale e all’assenza totale di inserzioni pubblicitarie al suo interno. $ 1 è una cifra sostenibilissima.

whatsapp pay Whatsapp introdurrà la tassa di abbonamento entro la fine del 2013

La conferma di questo cambiamento vociferato da tempo arriva direttamente da Jan Koum, CEO di WhatsApp intervistato dal giornalista olandese Alexander Klopping.

Nella stessa, viene chiesto a Koum se in futuro verrà sviluppata una desktop di WhatsApp. La risposta, purtroppo, è stata negativa:

Crediamo che il mondo stia diventando sempre più mobile. Teniamo il nostro telefono sempre con noi. La gente guarda costantemente il proprio telefono, ma non il proprio PC desktop

Ricordiamo che al momento WhatsApp Messenger è ancora scaricabile in App Store al prezzo di 0,89€ senza nessuna tassa annuale ed è compatibile con gli iPhone che montano iOS 4.3 o superiore. E’ ottimizzata per l’iPhone 5.

Advertise