Lampade Yountouch da Taiwan al CES 2015

Yantouch è un’azienda di Taiwan nata nel 2008 che si occupa di luci a LED, speaker e applicazioni. Alcuni di questi prodotti sono stati presentati al CES di Las Vegas e noi abbiamo avuto la possibilità di provarne alcuni. Stiamo parlando di Diamond+, JellyFish2 e JellyWash2.

Diamond+

Camping_IDplus_09

Come è possibile vedere dalla foto in alto, Diamond+ non è altro che un prisma con una base appiattita perché non rotoli. Il prisma è diviso in due parti. Una parte antero superiore che si illumina, e una parte infero posteriore corredata di speaker per l’ascolto della musica. Sostanzialmente, quindi, l’accessorio di Yantouch è pensato per offrire due diverse funzionalità: illuminazione e musica.

Per quel che riguarda la musica, le due casse postero inferiori offrono un suono ben compatto e rotondo con delle buone frequenze medie e bassi presenti. I volumi non sono eccessivi ma Diamond+ consente di animare una stanza di medie dimensioni piena di gente.

L’illuminazione è affidata a tre led colorati che possono essere controllati sia da un piccolo telecomando in dotazione che da un applicativo installato sull’iPhone,  BedTimeSocial. Il controllo remoto ci consente di avere vari effetti luminosi, come le luci a tempo di musica o la rotazione dei tre led. L’immagine in basso è decisamente esplicativa.

Telecomando Yantouch

 

Il prezzo di Diamond+ è di 149$

JellyFish 2

JellyFish2

 

JellyFish 2 è una lampada d’arredamento che è già stata premiata con il Red Dot Design Awards per il suo stile sobrio e per le curve morbide. La lampada, telecomandata a distanza da un piccolo controller, può essere appoggiata su un piano, oppure può essere ancorata alla parete grazie ad un sostegno in dotazione (vedi foto).

Sostenho JellyFish2

 

JellyFish 2 è in grado di illuminare il tuo ambiente con ben 16 milioni di combinazioni di colori che includono anche le colorazioni monocromatiche. Inoltre, ogni colorazione può essere regolata in intensità grazie al telecomando. Possiamo inoltre regolare la lampada perché rimanga ferma sul colore scelto oppure  far ruotare i colori a nostro piacimento.

Il consumo del dispositivo è di 10W e le luci non sono altro che led. L’atmosfera creata dalla lampada si adatta ad ogni situazione. D’altra parte è come avere a disposizione un’infinità di colori.

Il costo del dispositivo è di circa 90€

JellyWash2

JellyWash2

JellyWash 2 ha le fattezze praticamente identiche a quelle di JellyFish. Dopotutto, le due lampade fanno parte della stessa serie, Jelly. Le combinazioni dei colori sono le stesse – ben 16 milioni -, così come uguale sono le possibilità di controllare l’alternanza delle luci, la colorazione e l’intensità luminosa attraverso il piccolo telecomando in dotazione.

La differenza sostanziale tra JellyFish e JellyWash è che quest’ultima è dotata di sensore di prossimità attraverso il quale è possibile controllare l’illuminazione.

Jelly Wash gestures

Grazie ad alcune gestures, che potete vedere nell’immagine in alto, è possibile accendere e spegnere la lampada, modificare il colore e la brillantezza e cambiare la modalità di illuminazione.

Da una rapida prova si evince subito come il sensore sia particolarmente preciso e come i dispositivo risponda rapidamente alle gestures senza delay di sorta. Fino ad ora, non abbiamo riscontrato alcun problema nel controllo della lampada tale da poter dare un giudizio negativo al dispositivo.

Il prodotto ha un costo di 140$







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Scaramuzzo

Appassionato di musica e tecnologia, ha già collaborato con diversi magazine online tra cui Extra! e Jazzitalia. “Brasiliofilo” convinto, cura il portale Nabocadopovo, in cui racconta la musica e la cultura brasiliana attraverso video interviste. Collabora con Italiamac da diverso tempo, focalizzando le proprie attenzioni sull’eccellente connubio tra Apple e musica.

Pin It on Pinterest

Share This