Adesso che Swift, linguaggio di programmazione proprietario di Apple, è open source il prossimo passo che ci aspettiamo è vedere il sistema operativo Android sviluppato con esso. Stando ad alcune fonti, Google sta considerando di adottare Swift per il prossimo rivale di iPhone.

Swift è stato molto apprezzato da quando Apple lo ha rilasciato lo scorso Giugno 2014. È stato votato su Stack Overflow come linguaggio di programmazione più amato nel 2015, mentre quest’anno è arrivato secondo.

Non solo Swift è semplice da imparare rispetto ad Objective-C ed altri linguaggi di programmazione, ma è anche semplice da implementare. Inoltre è anche molto veloce, stando a quanto riferisce Apple, e da poco è open source, ciò vuol dire che qualsiasi utente potrà utilizzarlo e/o modificarlo, persino Google.

Attualmente Android supporta Java come primo linguaggio e ci aspettiamo che questo possa cambiare molto presto. Secondo un report condotto da The Next Web Google starebbe cercando un’alternativa dopo il litigio con Oracle, proprietaria di Java.

Per rendere Android compatibile con Swift, Google dovrà introdurre una runtime ad hoc. Successivamente dovrà rendere Swift compatibile con le sue API ed SDK, alcuni dei quali dovranno essere riscritti di sana pianta.

 

Adottare Swift per Android potrebbe essere un processo molto lungo per Google, quindi non ci aspettiamo di vedere la prossima versione di Android scritta in Swift.

 

A quanto pare, non solo Google è interessata da Swift, anche Facebook ed Uber sono interessati ad adottare il linguaggio di programmazione sviluppato da Apple.

E voi, cosa ne pensate? Diventerà Android un sistema operativo come si deve dopo la ristrutturazione a livello di codice?

Advertise

1 commento

  1. “Diventerà Android un sistema operativo come si deve”… considerazione poco professionale dato che è un sistema operativo come si deve.

Comments are closed.