Il prossimo iPhone che acquistereste potrebbe essere equipaggiato di un processore Intel, se la compagnia sottoscrivesse un accordo con Apple potrebbe levare la manifattura a TSMC.
Intel è il più grande produttore di chip al mondo e da qualche settimana è riuscito ad avere la licenza per la produzione di processori ARM per iPad ed iPhone.

“TSMC potrebbe aver dei nuovi competitors nel 2018 o 2019 con Intel che potrebbe aver affidati una parte degli ordini da Apple,” Samuel Wang, analista di semiconduttori presso Gartner, ha riferito alla testata Asiatica Nikkei. “Intel ha iniziato a prendere accordi con Apple e potrebbe togliere uno o due clienti a TSMC.”

Apple spesso divide la produzione dei suoi processori tra Samsung e TSMC, come è avvenuto con iPhone 6s. Il processore A9 di Samsung pare sciupi più batteria del processore A9 presente su iPhone 6s prodotto da TSMC. Questa potrebbe essere uno dei motivi per cui Apple ha affidato la produzione dei prossimi chip solo a TSMC.

Si vocifera inoltre che Intel stia sviluppando un modem LTE che possa far slittare gli ordini da Qualcomm a loro favore per i modem di iPhone 7.

Intel ha stretto un accordo con la compagnia britannica che progetta i chip ARM per poter ottenere la suddetta licenza per produrre i processori che Apple utilizza sui suoi iPhone. Ora che Intel ha stretto un accordo per la produzione dei chip ARM per LG, TSMC potrebbe trovarsi in serie difficoltà.

Cosa farà Apple l’anno prossimo? Dividerà nuovamente gli ordini tra Intel e TSMC per poi passare ad un unico fornitore oppure passerà direttamente ad Intel o addirittura manterrà TSMC come unico fornitore?

Immagini tratte da CultOfMac

Advertise