Sull’Intel Developer Forum di oggi Intel ha annunciato di aver ricevuto la concessione per la produzione di chip ARM, la quale permetterà alla suddetta azienda di poter utilizzare la tecnologia ARM al fine di poter competere con le aziende manifatturiere del settore. Sotto i termini del contratto, Intel, potrà adottare la produzione dei chip a 10 nanometri per i processori “ARM-Based” che si trovato su Smartphone e tablet, di conseguenza la produzione sarà espansa alle aziende che attualmente li utilizzano tra cui Apple.

Attualmente Apple si fa produrre i processori ARM da aziende di terze parti, tra queste figura la Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. (TSMC) ma con Intel in grado di produrre i suddetti chip, Apple (ed altre aziende) potrebbe potenzialmente spostare tutta la produzione su di loro o almeno suddividerla gravando sulle finanze delle attuali poche aziende disponibili sul mercato.

LG Electronics ha già stretto un accorto con Intel per poter utilizzare i chip a 10 nanometri sui futuri dispositivi LG. Non è chiaro se Apple trarrà vantaggi da questo accordo in quanto pare abbia effettuato una collaborazione con TSMC per la produzione del chip a 10 nanometri A11 destinato per gli iPhone del 2017 ed altri dispositivi, ma le possibilità di collaborazione con Intel per lo sviluppo di prossimi chip non è da scartare.

TSMC è inoltre la sola azienda produttrice di chip A10 che saranno montati sugli iPhone di prossima generazione, abbandonando del tutto Samsung per la produzione.

Immagini tratte da MacRumors

Advertise