Magic Trackpad 2, Magic Mouse 2, Magic Keyboard
La nuova linea di accessori Magic

Triplo “Teardown”: iFixit smonta la nuova linea di accessori Magic

Dopo aver disassemblato completamente il nuovo modello di iMac 21.5″, iFixit si avventura in un’impresa un po’ meno ambiziosa ma, allo stesso tempo, egualmente interessante: cosa si troverà all’interno della nuova linea di accessori Magic?

 

screenshot 2015 10 13 08 50 31 620x243 Triplo Teardown: iFixit smonta la nuova linea di accessori Magic

 

Secondo l’analisi svolta dal noto sito web, appare chiaro come Apple abbia adottato un approccio più “uniforme” per quanto riguarda il design dei tre dispositivi. Magic Mouse 2Magic Trackpad 2Magic Keyboard hanno parecchie cose in comune a livello di design, ma anche a livello di componentistica: stessi chip, stesse batterie, stesso metodo di ricarica e associazione con il computer (tramite cavo Lightning), e anche lo stesso chip Bluetooth.

Come fa notare iFixit, tuttavia, è proprio sui chip Bluetooth che Apple avrebbe fatto “qualcosa di strano”: Magic Keyboard e Magic Mouse richiedono entrambi un Mac con Bluetooth attivo per funzionare, mentre il Trackpad richiede un Mac con “Bluetooth 4.0“; e, tuttavia, i tre dispositivi utilizzano esattamente lo stesso chip Broadcom BCM20733 Bluetooth 3.0. Si pensa che possa essere “colpa” del Force Touch implementato nel nuovo Magic Trackpad 2.

Di seguito qualche dettaglio sui teardown svolti da iFixit:

 

Magic Trackpad 2

Nel complesso, il noto sito web ha definito il Magic Trackpad 2 come “l’implementazione più impressionante” mai realizzata per il Force Touch finora, nonostante il Trackpad stesso si sia ispirato ai medesimi principi già utilizzati per la feature in passato.

 

 

Esattamente come avviene negli altri casi di implementazione del Force Touch, il Magic Trackpad “riposa” su quattro piccole piastre regolate da alcune molle, a loro volta sostenute da un misuratore di “forza” per rilevare la precisione del tocco e da un Taptic Engine migliorato. Smontare il nuovo Trackpad, tuttavia, ha portato più di un problema allo staff di iFixit, poiché pare che sia estremamente difficile “indebolire” il nastro adesivo senza danneggiare i componenti interni.

Potrete leggere il teardown completo cliccando su questo link.

 

Magic Keyboard

La nuova Magic Keyboard è stata studiata sostanzialmente per portare la tastiera dei nuovi MacBook sul desktop, e, stando al giudizio di iFixit, sembra proprio che ci riesca. “Quasi”.

Avvicinandosi perfettamente al Magic Trackpad a livello di design, la nuova tastiera possiede un meccanismo di pressione dei tasti denominato “Scissor”, decisamente più stabile rispetto al passato.

 

 

La batteria agli Ioni di Litio e la porta Lightning risultano estremamente semplici da rimpiazzare, poiché separati dalla Scheda Logica – a patto che si riesca ad aprire il dispositivo. Il problema principale della Magic Keyboard, infatti, analogamente a quanto avveniva con il Magic Trackpad, è l’estrema difficoltà nello smontare il dispositivo senza danneggiare i componenti interni.

I tasti, infine, per quanto facili, sono risultati facilmente sostituibili nel corso del teardown.

Potrete dare un’occhiata alle immagini del teardown completo cliccando su questo link.

 

Magic Mouse 2

Infine, il “nuovo” Magic Mouse 2. Le virgolette non dovrebbero stupire troppo, poiché il nuovo modello del Magic Mouse risulta sostanzialmente invariato a livello di design (se non per una migliore ottimizzazione dei “piedi” sotto il mouse stesso); a livello di componentistica, invece, il Magic Mouse 2 presenta gli stessi cambiamenti sostanziali degli altri dispositivi (porta Lightning e batteria ricaricabile agli Ioni di Litio), più una migliore prestazione e precisione quando associato a un computer desktop.

 

 

Anche nel caso del Magic Mouse 2, tuttavia, le notizie per quanto riguarda l’indice di “riparabilità” non sono affatto buone, e, anzi, sono addirittura peggiori: il Magic Mouse 2, infatti, risulta estremamente difficile da smontare a causa di un potente adesivo che separa il corpo del mouse dalla sua base in alluminio, e che, se sottoposto a un’eccessiva forza, potrebbe persino danneggiare i componenti esterni. Anche in questo caso, inoltre, smontare il dispositivo potrebbe essere estremamente pericoloso senza un manuale di servizio, poiché il rischio di danneggiare i componenti interni è ancora piuttosto alto.

Potrete approfondire il “problema Magic Mouse 2” recandovi direttamente al teardown completo di iFixit, disponibile cliccando su questo link.

 

Non dimenticate di seguire Italiamac su Facebook e Twitter per rimanere aggiornati su tutte le novità del mondo Apple!







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Antonino Lupo

Studente in Scienze della Comunicazione per Cultura e Arti all'Università di Palermo, utilizza senza vergogna i prodotti Apple da quando era piccino. Grande amante della Letteratura (quella con la L maiuscola), del Cinema (quello con la C maiuscola) e della Musica (quella con la M maiuscola), è al momento al lavoro su diversi progetti, tra cui la sceneggiatura di un film di fantascienza dal titolo "H.O.P.E.".
x

Check Also

iPhone X nasconde una doppia batteria che offre due ore in più di autonomia

Lo scrupoloso teardown di iFixit ha fatto notare una doppia batteria agli ioni di litio all’interno di iPhone X che gli assicurerebbe due ore di durata in più rispetto a iPhone 7 e sarebbe stato confermato anche da TechInsights. Se date un occhiata al sito Apple invece potrete notare che iPhone X avrà le stesse ore stimate per quanto riguarda le telefonate e addirittura meno su internet e riproduzione video rispetto a 8 Plus (ma le stesse rispetto a iPhone 7). Ma allora, queste due ...

Loading...