Apple ha ieri pubblicato una lettera di scuse sul proprio sito web riguardante l’obsolescenza programmata dei propri iPhone o almeno quella che loro chiamano “problema di performance dovuto a batterie oramai consumate”. Oltre alle scuse pubbliche l’azienda di Cupertino ha voluto chiarire il motivo dei palesi rallentamenti ai dispositivi più datati. 

We’ve been hearing feedback from our customers about the way we handle performance for iPhones with older batteries and how we have communicated that process. We know that some of you feel Apple has let you down. We apologize. There’s been a lot of misunderstanding about this issue, so we would like to clarify and let you know about some changes we’re making.

First and foremost, we have never — and would never — do anything to intentionally shorten the life of any Apple product, or degrade the user experience to drive customer upgrades. Our goal has always been to create products that our customers love, and making iPhones last as long as possible is an important part of that.

La lettera continua spiegando come l’età della batteria influenzi negativamente iPhone e cosa Apple ha fatto in merito. L’azienda di Cupertino pianifica di rilasciare un aggiornamento iOS con nuove features in grado di mostrare all’utilizzatore lo stato della propria batteria e le performance in relazione a quest’ultima.

We’ve always wanted our customers to be able to use their iPhones as long as possible. We’re proud that Apple products are known for their durability, and for holding their value longer than our competitors’ devices.

[…] At Apple, our customers’ trust means everything to us. We will never stop working to earn and maintain it. We are able to do the work we love only because of your faith and support — and we will never forget that or take it for granted.

L’aggiornamento iOS dovrebbe essere rilasciato a Gennaio mentre Apple si prepara alla riduzione dei costi per la sostituzione delle batterie fuori garanzia. Dalla lettera si legge che i prezzi saranno ribassati a $29 per iPhone 6 o successivi i quali necessitano di aver sostituita la batteria. Inoltre il servizio a prezzo ridotto sarà disponibile, a livello globale, da fine Gennaio fino a Dicembre 2018.

Insomma, pare che Apple abbia bisogno di una strigliata ogni tanto e che le class action fatte in queste settimane siano effettivamente servite a qualcosa.

E voi, cosa ne pensate? Farete sostituire la vostra batteria da Apple o andrete in un centro riparazioni di terze parti? Fatecelo sapere tramite i commenti.

Advertise

1 commento

  1. Apple si scusa per “l’obsolescenza programmata”…scusami, ma perchè scrivi minchiate?

Comments are closed.