L’aggiornamento ad iOS 12 di Apple non ha apportato molte modifiche al sistema CarPlay. Ma c’è un interessante miglioramento: con il nuovo update si potranno installare e utilizzare applicazioni di navigazione di terze parti come Google Maps, Waze o altre app di navigazione anziché l’applicazione predefinita Mappe di Apple.

Sia Google Maps che Waze hanno aggiunto il supporto per CarPlay ma sfortunatamente, secondo alcuni utenti americani che le stanno testando, a causa delle limitazioni intrinseche di CarPlay e di numerosi bug e problemi di prestazioni, né Google Maps né Waze sono apparse particolarmente interessanti rispetto alle loro controparti per Android Auto o persino all’app Mappe di Apple. Abilitare Google Maps e Waze in CarPlay è semplice, dopo aver installato gli ultimi aggiornamenti da App Store sul telefono, entrambe le applicazioni verranno visualizzate come icone nella schermata principale di CarPlay. Nell’utilizzo Google Maps e Waze sono piuttosto familiari. Questo perché Apple impone un sacco di restrizioni sul modo in cui le app di CarPlay possono apparire, come le informazioni, i pulsanti e le opzioni sono generalmente disposte nello stesso modo come su iPhone/iPad.

La mancanza principale delle due applicazioni è la possibilità di ottenere indicazioni stradali sfruttando il comando vocale di Hey Siri con il “pulsante microfono” sul volante, o premendo a lungo il pulsante Home sulla schermata principale di CarPlay.

Apple consente le interazioni Siri solo alle proprie applicazioni. Quindi, proprio come non puoi chiedere a Siri di farci ascoltare un brano su Spotify, non puoi nemmeno chiedergli di darti indicazioni stradali su Google Maps.

italiamac carplay2 620x413 Lapplicazone Google Maps su CarPlay non convince tutti

Questa è la prima grande mancanza dall’utilizzo di Google Maps o Waze perché, come riporta il ragazzo che lo sta testando in questo articolo su “The Verge”, il controllo vocale è il principale modo in cui interagisci con le applicazioni su CarPlay. Il sistema di controllo vocale di Google è integrato su Google Maps e Waze, ma per accedervi è necessario toccare un icona sulla schermata principale dell’applicazione stessa prima di pronunciare un comando, il che significa che devi distogliere gli occhi dalla strada per qualche istante. Possiamo anche programmare la destinazione prima di iniziare a guidare, ma non è sempre possibile. Google fornisce anche funzioni di associare una posizione ad un icona per le posizioni frequenti, come casa, lavoro, luoghi salvati e stazioni di servizio.

italiamac carplay3 Lapplicazone Google Maps su CarPlay non convince tutti italiamac carplay4 Lapplicazone Google Maps su CarPlay non convince tutti

Google Maps offre anche l’interessante funzione per abilitare la vista satellitare in modo da poter vedere quale sia la strada e l’area in cui state guidando, funzione assente sull’applicazione di Apple. Waze tra le sue caratteristiche principali inserisce la funzioni in cui ogni utente, con solo un paio di tocchi sullo schermo, può segnalare un auto della polizia, un incidente o una zona cantiere. Sia Waze che Google Maps semplificano l’esecuzione di percorsi alternativi grazie ad un ampio database sul traffico che offre percorsi alternativi in caso di situazioni con traffico intenso.

Né Google Maps né Waze passano automaticamente alla modalità notturna quando vengono accesi i fari dell’auto. Funzione presente su Mappe di Apple. Nell’auto con il sistema CarPlay installato in fabbrica, ho visto meno problemi di tracciamento e di routing e Mappe di Apple è più affidabile da utilizzare rispetto a Google Maps o Waze. Gli utenti abituali di Google Maps e in particolare Waze probabilmente apprezzeranno le nuove funzioni implementate nell’aggiornamento.

italiamac waze 620x413 Lapplicazone Google Maps su CarPlay non convince tutti

Ma a causa delle limitazioni e dei bug riscontrati durante il test, Apple Maps offre ancora la migliore esperienza su CarPlay. La speranza è che entrambe le applicazioni migliorino nel tempo dopo alcuni aggiornamenti.

 

Advertise