Intervista: BuyDifferent risponde sul mondo Apple

buydifferent log Intervista: BuyDifferent risponde sul mondo Apple

Ho avuto il piacere di porre alcune domande sul mondo Apple al nostro sponsor BuyDifferent.

L’azienda, stimata da tutta la comunità Apple, è specializzata nella vendita di componenti hardware per Mac. BuyDifferent è in grado di offrire prezzi sempre molto competitivi e, tra le tante offerte a cui ci ha abituati, sarà presto disponibile una nuova proposta davvero interessante.

Leggiamo l’intervista per capire di cosa si tratta.

Ci ha risposto Alessandro Palmisano, responsabile marketing di BuyDifferent, che ringraziamo per la disponibilità concessa.

palmisano Intervista: BuyDifferent risponde sul mondo Apple

Si stanno facendo molte speculazioni su internet su possibili nuovi MacBook Pro e iMac. Pensate che presto possano essere presentate nuove linee?

Alla luce dei ritardi e dei problemi della nuova linea Sandy Bridge, recentemente segnalati da Intel, ritengo che benché attendessimo il lancio del nuovo hardware a febbraio questo sarà posticipato ad aprile. Molto dipenderà dalla capacità di Intel di produrre un sufficiente numero di processori. Apple avrà certamente interesse ad aggiornare quanto prima le sue macchine, anche per non sottrarre attenzione e tempo al prossimo iPad ed all’iPhone 5.

Che caratteristiche pensate possa avere il nuovo e non ancora annunciato Mac OS XI, e quali rivoluzioni sarà in grado di apportare al mondo informatico?

Qui non siamo in possesso di informazioni particolari. Certamente Apple ha mostrato di voler lavorare molto sull’interfaccia e sul funzionamento delle applicazioni. Il nuovo Mac App Store, una maggiore integrazione tra le varie componenti del sistema, l’utilizzo delle gesture in modo più esteso, sono certamente un buon punto di partenza per un nuovo sistema. Inoltre sono convinto che molte novità verranno fuori successivamente e porranno le basi per lo sviluppo futuro di Mac OS X.

Secondo la vostra opinione, qual è stata la chiave di volta che ha permesso ad Apple di diventare un’azienda così quotata e amata dal pubblico?

Apple, sin dalla sua nascita, è sempre stata un’azienda amata dal pubblico, però si è sempre trattato di un pubblico di nicchia. Il grande salto è stato sicuramente fatto con il lancio dell’iPod, prima, e dell’iPhone poi. Questi dispositivi mobile hanno avuto il cosiddetto effetto “halo” che ha indotto tantissimi consumatori a interessarsi anche ai computer prodotti dalla casa di Cupertino. A sua volta, l’aumento del numero di utenti Mac, ha prodotto un aumento delle vendite di iPhone e iPod.

Prodotti di qualità sopra la media, un taglio dei prezzi dei Mac rispetto a 10 anni fa e importanti investimenti in marketing hanno fatto il resto.

Cosa ne pensate del recente lancio del Mac App Store? Credete che cambierà il modo in cui i software verranno venduti?

Considerando il successo ottenuto con l’App Store mobile, i presupposti per un successo anche di questa versione ci sono tutti. Questo perché l’integrazione proposta da Apple aggiunge un livello superiore: si avrà un connubio semplice e perfetto tra hardware, sistema operativo e software terzi. Tutto in una macchina, tutto con un click.

Credete che il lancio dell’iPad abbia influito o possa influire negativamente sulle vendite dei netbook e MacBook?

Sui netbook della concorrenza immagino proprio di sì. Apple invece ha mantenuto una identità di prodotto ben distinta tra iPad e MacBook, cosa che sicuramente eviterà una cannibalizzazione delle vendite a favore del tablet. Oggi infatti con iPad puoi fare “tanto ma non tutto”.

Qual è stato, secondo la vostra opinione di venditori, un prodotto lanciato recentemente da Apple che inaspettatamente ha riscosso successo?

Sicuramente l’Apple TV che, nonostante non abbia ancora raggiunto gli onori della cronaca in Italia, a inizio gennaio ha tagliato il traguardo di un milione di pezzi venduti. Niente male per un prodotto che Jobs ha definito essere “un hobby” per Cupertino. Credo che un aumento della disponibilità di titoli video acquistabili o noleggiabili costituirà la killer application che farà da traino alle vendite.

Un paio di domande sul vostro negozio: sapete sorprendere spesso il pubblico con nuove e interessanti occasioni per risparmiare. Potreste darci qualche anticipazione su nuove offerte in arrivo nel corso del 2011?

Abbiamo in serbo una promozione che permetterà di acquistare un nuovo Mac rottamando l’usato, ottenendo così un certo incentivo economico per l’aquisto di nuove macchine. Crediamo sia una valida e concreta alternativa per tutti gli utenti che vogliono passare a un Mac nuovo senza restare con il modello precedente sul groppone e al contempo procurando un risparmio notevole di tempo rispetto alla ricerca di un compratore per l’usato o alla trafila di operazioni per concludere un’asta su eBay.

Ho trovato molto interessante la presenza di Mac potenziati nel vostro store. Com’è nata l’idea di proporre un servizio parallelo a quello che viene già offerto sull’Apple Store online?

Da uomo di marketing ti rispondo che l’idea dei Mac potenziati venduti su BuyDifferent è nata per trasformare il differenziale di prezzo rispetto ad Apple per gli add-on in un vantaggio competitivo per la nostra azienda. Questo – più semplicemente – significa che, riuscendo a far pagare ai clienti le espansioni in termini di RAM e HD fino a un terzo rispetto ai prezzi Apple, il costo globale di una macchina potenziata scende anche di 400 euro rispetto ai prezzi di listino. Se a questo ci aggiungi il plus di ricevere il Mac a casa o in ufficio già potenziato, senza dover toccare una vite, ottieni un bel servizio a valore aggiunto.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Maurizio Orani

x

Check Also

È dimostrato! Apple non applica l’obsolescenza programmata

È stata da poco pubblicata una serie di benchmark effettuata su molti device Apple, con la quale si dimostra che l’azienda di Cupertino non applica la strategia aziendale dell’obsolescenza programmata. Una bella notizia per tutti i clienti della Mela ed un colpo basso alla concorrenza. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati